Incontri formativi organizzati dall’associazione “Anziani e Pensionati” di Mornico al Serio insieme al Comune e al progetto d’ambito “Invecchiando s’impara…a vivere”.

Incontri formativi “Non è mai troppo tardi”

Si tratta di sette appuntamenti, da gennaio a giugno, su diverse tematiche di attualità che interessano da vicino la popolazione e promuovono l’aggregazione e la socializzazione delle persone, perché non si smette mai di imparare. “Questi incontri – ha detto la presidente Fiorentina Rinaldi – sono utili a tutti, non solo agli anziani propriamente detti. Avremo tra gli ospiti dei medici, l’assistente sociale, referenti della banca del tempo”.

Appuntamenti con gli esperti

Giovedì parte il primo corso dedicato all’amor cortese nella letteratura, illustrato dal dirigente scolastico Domenico Alessandro Mazzaferro; si riprende il 7 febbraio con la presentazione dei Servizi alla Persona presenti in Comune; il 21 marzo il maestro Tarcisio Caffi parlerà della storia di Mornico; il 9 aprile appuntamento con i medici per suggerimenti sull’importanza della prevenzione. Il 26 maggio un momento conviviale di divertimento con lo spettacolo commedia “Ormai l’è ndàcia” con la compagnia “La Nuova Novissima” e il 13 giugno si parlerà delle attività della Banca del Tempo.

Leggi anche:  Mattia Colombo racconta l'esodo degli infermieri italiani per il posto fisso

Informazioni

Gli incontri si terranno dalle 15.30 alle 17 e sono gratuiti. Si invita ad esprimere l’adesione comunicando il proprio nominativo al centro anziani il lunedì e mercoledì, dalle 15 alle 17.30, entro mercoledì 16 gennaio.

Comune in campo

Il Comune ha infatti aderito al progetto “Invecchiando s’impara…a vivere” che i Comuni degli Ambiti di Seriate e Grumello del Monte hanno messo a punto insieme a una rete di partner, e favorisce l’invecchiamento sano, attivo e positivo delle persone che vivono e abitano in questi territori. A partire dal 5 febbraio partirà un altro progetto, “Saltinmente”, che fa sempre parte del progetto d’ambito. A marzo verrà inaugurata la mostra “Vecchio a chi?” e il progetto di Ats “Chi ha gambe… ha testa” lungo i percorsi pedonali.

TORNA ALLA HOME