In copertina: Bernardo Bellotto, Vaprio e Canonica verso nord-est, 1744. New York, Metropolitan Museum of Art

Leonardo e l’Adda. Un connubio che dopo 500 anni ha ancora un fascino particolare. Il progetto a tema leonardesco del comune di Canonica è stato finanziato dall’Assessorato regionale al Turismo con il bando “Lombardia to stay”. Il Bando, destinato a soggetti pubblici e soggetti privati con sede in Lombardia, ha messo a disposizione la somma di 6 milioni di euro per il triennio 2019-2021 a sostegno dello sviluppo di progetti di marketing territoriale volti a incrementare l’attrattività.

Leonardo e l’Adda, a Canonica 400mila euro

A fronte di 278 presentati, il progetto del Comune di Canonica è risultato uno dei 22 progetti ammessi e finanziati (assieme ad altri 3 comuni della nostra Provincia), con un contributo a fondo perduto di 400 mila euro , su un importo complessivo di  522.857 euro. Il progetto, dal titolo “Leonardo e il Gran Tour rivivono a Canonica e lungo l’Adda” si propone di far conoscere a livello turistico le bellezze paesaggistiche e naturalistiche del territorio, già apprezzate da Leonardo da Vinci nel ‘500 e, due secoli più tardi, dai più famosi vedutisti dell’epoca, quali Gaspar van Wittel e Bernardo Bellotto, che disegnarono e dipinsero lo stupendo panorama lungo l’Adda tra Canonica e Vaprio, contribuendo con le loro opere a far divenire il nostro territorio uno dei luoghi meta del “Grand Tour”.

I disegni di Leonardo diventano realtà

Il progetto prevede il completamento e l’arredo del Parco Leonardo (aperto lo scorso 25 Aprile), attraverso attrezzature e installazioni a tema Leonardesco, oltre al suo collegamento con il sentiero lungo la Roggia Vailata sottostante (es. il labirinto di Leonardo, il ponte levatoio, la giostra di Leonardo, le macchine di Leonardo ecc.) e sfrutterà le idee fornite dagli studenti della Scuola Media locale “San Giovanni Bosco” nell’ambito dell’iniziativa “Il parco che vorrei”.

Leggi anche:  A Capralba la Costituzione consegnata ai maggiorenni FOTO

Il traghetto di Leonardo

Il progetto prevede inoltre la ricostruzione in grandezza reale del cosiddetto “Traghetto di Leonardo”, ricostruito basandosi sullo stesso disegno di Leonardo (Codice Windsor n° 12.400) e su altre informazioni a disposizione. Il traghetto verrà collocato nelle acque dell’Adda nell’esatta posizione dove lo disegnò Leonardo 500 anni fa, e sarà utilizzato a scopo didattico, turistico e ricreativo. Infine, il progetto prevede la realizzazione di un ponte galleggiante mobile di collegamento tra l’alzaia di Canonica e quella di Vaprio, ancora di ispirazione Leonardesca, proprio in corrispondenza del Parco Leonardo e della Casa del Custode delle Acque (sede dell’Ecomuseo Adda di Leonardo), che costituirà allo stesso tempo un agevole collegamento ciclo-pedonale tra i due centri storici.

Tutto il progetto sarà completato entro la fine del 2021 e costituirà una naturale continuità in chiave infrastrutturale, di miglioramento della qualità della vita e di mobilità alternativa, con gli eventi recentemente realizzati all’interno del bando “Viaggio in Lombardia”, per il quale il Comune di Canonica ha  già ricevuto, lo scorso mese di maggio, un finanziamento di 50mila euro, che ha consentito, tra le altre iniziative, di far rivivere la leggenda del drago del Gerundo con ”Il ritorno di Tarantasio”.

TORNA ALLA HOME