Lino Vairetti, leader degli Osanna ha raccontato la storia del Prog degli anni Settanta. Si è esibito ieri, sabato, al castello Oldofredi di Calcio, insieme ai Prowlers e Vincenzo Zitello all’arpa celtica e Andrea Bassato al violino.

Lino Vairetti e gli Osanna

Vairetti è un artista a 360 gradi. Ha frequentato l’accademia delle belle arti, è scultore, grafico e fotografo. È sua l’idea di dare al gruppo degli Osanna anche un’identità visiva. Da qui l’uso di colori per mascherarsi il viso come Picasso e vestire dei sai. Peter Gabriel si ispirò proprio agli Osanna. Vairetti è anche l’autore delle copertine dei dischi. “Le copertine dei concept album – ha detto Vairetti – devono interpretare tutto il contenuto del disco. È un’arte totale”.

Gli omaggi agli artisti

Nel corso della serata sono stati proiettati dei video che hanno omaggiato la storia del gruppo napoletano, il loro strepitoso successo in Giappone e omaggiato la musica popolare napoletana. Vairetti e la band hanno eseguito brani e poesie in onore della PFM, di Francesco di Giacomo e Pino Daniele.

L’incontro con Pino Daniele

Vairetti fu il primo a credere nelle potenzialità di Pino Daniele che si rivolse a lui per essere prodotto. A seguito di altre vicende la cosa non andò a buon fine, ma qualche tempo dopo, Pino Daniele chiese a Vairetti un servizio fotografico per il suo album “Ca Calore”. Le foto di questo Pino Daniele ventenne e inedito sono anche state presentate a una mostra.

Leggi anche:  Calcio Serie D, Ciserano vuole tornare nella parte alta della classifica FOTO

Milano calibro 9

Durante la serata non poteva mancare il tributo alla colonna sonora del film “Milano calibro 9” , del 1972, realizzata dagli Osanna, e diretto da Leonardo di Leo. Il Preludio, il Tema e il brano finale, There Will Be Time, sono stati composti da Luis Enriquez Bacalov (premio Oscar per “Il Postino”), mentre tutte le variazioni sul tema portano la firma della formazione guidata da Lino Vairetti.

Il documentario “L’uomo del prog”

Deborah Farina
Deborah Farina

Presente a Calcio anche la regista e storica del cinema Deborah Farina che ha girato alcune scene nella suggestiva cornice del castello. «Queste scene saranno inserite nel mio quarto lungometraggio in fase di realizzazione “L’uomo del prog”, dedicato a Vairetti e gli Osanna – ha detto la regista, che ha promesso – Quando il documentario sarà pronto lo proietterò qui a Calcio».

Il premio per la colonna sonora

La regista romana ha ideato una manifestazione cinematografica intitolata “Le giornate del cinema di genere”. Lo scorso anno il premio Piero Umiliani è andato a Lino Vairetti per la colonna sonora del film di di Leo. In onore di “Milano calibro 9”, Deborah Farina ha realizzato un lungometraggio “Down by di Leo” che raccoglie interviste che raccontano il regista scomparso, dal punto di vista umano.