Mostra fotografica il prossimo 4 marzo alle 18,15 nella sala HUB TNT in piazza Garibaldi. Tema “Il coraggio delle donne” , frutto della collaborazione tra l’associazione culturale “Clementina Borghi” e il Circolo Fotografico “Il Caravaggio”.

Mostra fotografica omaggio alle donne

L’appuntamento è quindi per il 4 marzo alle ore 18,15 e vedrà la presenza degli amministratori comunali, delle diverse associazioni che hanno reso possibile l’iniziativa, dei fotografi e delle diverse modelle. La mostra, che resterà aperta in orario pomeridiano fino al 10 marzo, vuole essere un omaggio a tutte quelle donne, trevigliesi e non, che hanno affrontato avversità e malattie e ne sono uscite o stanno combattendo con forza e determinazione. Realizzata con il patrocinio del Consiglio delle Donne di Treviglio, la mostra presenta circa 20 immagini realizzate da 15 fotografi del circolo “Il Caravaggio”: foto in bianco e nero e foto a colori di signore riprese nel corso della loro attività lavorativa, a dimostrazione che di dolore si può vivere e non bisogna mai lasciarsi abbattere. A corollario del messaggio trasmesso con la forza delle immagini vengono esposte circa una decina di poesie scritte da note poetesse del XX secolo.

Contributi da diverse associazioni

La mostra è stata realizzata anche con il contributo di diverse associazioni (Aisla, Soroptimist club di Treviglio e pianura bergamasca, Casa delle Donne, Commissione Pari Opportunità di Caravaggio, Amici di Gabri), e vuole lanciare per questo 8 marzo 2019 un messaggio ottimistico di forza e di speranza per tutte quelle donne che si trovano di fronte a diverse difficoltà e pensano di non potercela fare.

Leggi anche:  Asst Bergamo Ovest, revocato lo sciopero contro Markas

Ben 15 fotografi e 20 modelli

Quindici i fotografi cha hanno partecipato a questa bella iniziativa: Enrico Appiani, Duilio Bellomo, Lino Beltrame, Vittorio Brambilla, Marco Celestina, Antonio Cozzi, Roberta Tassi, Alessandro Frecchiami, Marco Goisis, Victoria Herranz, Giuseppe Maridati, Andreina Pasini, Giovanni Roglio e Gianni Testa. Venti sono invece le donne che volentieri si sono sottoposte all’obiettivo, contribuendo a rendere unica questa mostra che sarà itinerante e andrà a far conoscere questo messaggio all’intera collettività bergamasca. Le citiamo con il loro nome di battesimo: Lia, Gabriella, Imma, Gonaria, Marisa, Anna, Ornella, Alice, Donatella, Maria Teresa, Sonila, Cristina, Jennifer, Lola e molte altre. Tutte hanno voluto lasciare nella testimonianza del loro percorso anche un messaggio positivo per quanti visiteranno la mostra.
Il giorno 8 marzo per festeggiare le donne il Consiglio delle donne sarà presente alla mostra per leggere le poesie e distribuire dolci e mimose alle donne che vorranno intervenire a questa manifestazione.

TORNA ALLA HOME