Due mestoli di minestra di ceci e due pani. Per tutti. Arzaghesi, stranieri, viandanti. Oltre duemila persone hanno già partecipato questa mattina, sabato 10 agosto, alla manifestazione che dal 1677 si perpetua ogni anno nel giorno di San Lorenzo ad Arzago.

Una tradizione antichissima

Nel rispetto delle volontà di Giovan Battista Cattaneo de Capitani d’Arzago. Il sindaco Gabriele Riva, i suoi assessori e consiglieri, e i dipendenti comunali hanno distribuito  una razione di  minestra di ceci e due panini, secondo un rituale previsto dal lascito secentesco.  Molti i partecipanti non solo da Arzago ma anche da Misano, Casirate, Caravaggio e paesi limitrofi. Qualcuno si ferma a mangiare sui tavoli allestiti nel giardinetto, altri invece ritirano la propria razione in pentole e “schiscette” da portare a casa per pranzo.

Un lascito del 1677

Il rito della distribuzione di pane e ceci risale al lascito che nel 1677 Giovan Battista Cattaneo de Capitani d’Arzago fece all’ospedale Santa Maria di Treviglio. All’ente che gestiva l’ospedale il nobile, all’epoca prefetto di Mortara, donò mille pertiche di terra, la cascina Stantirone e la grande corte (poi detta dell’Ospedale). In cambio, impose l’obbligo di distribuire, ogni anno nel giorno di San Lorenzo, una razione di due pani e una scodella di minestra di ceci alle famiglie arzaghesi, riservando una razione doppia ai “Cattaneo” e tripla ai “De Capitani”. Venuto meno, nel 1980, l’ente morale che gestiva l’ospedale, ad occuparsi della distribuzione è sempre stata l’Amministrazione comunale che ha tenuto vivo il rito tanto caro ai cittadini di Arzago.

Leggi anche:  Tredici weekend in Valtellina fra pizzoccheri e Cultura

Tre giorni di festa per il patrono

Ma la sagra patronale arzaghese non finisce qui e proseguirà fino a lunedì 12 agosto, con eventi organizzati da Pro loco, Amministrazione comunale, Vita Serena onlus, Protezione civile e parrocchia, in collaborazione con la Bcc di Treviglio. Stasera alle  20.30, è prevista la messa nella chiesa parrocchiale e la processione per le vie del paese accompagnata dal Corpo bandistico di Vailate. Domani, domenica 11 agosto la festa in piazza San Lorenzo, dove verranno allestite le tavolate, si aprirà alle 19.30 – attivo un servizio bar e ristorante in piazza e il servizio pizzeria “da Stefano” in oratorio – e alle 21.30 saliranno sul palco “I Marlena” per un concerto punk-rock. Identico programma lunedì 12 agosto con il concerto revival anni ‘70, ‘80 e ‘90 della band “I Legenda”. A fine serata si terrà l’estrazione dei biglietti vincenti della lotteria della sagra.

TORNA ALLA HOME