Il diario franco-tedesco che racconta della battaglia di Agnadello di 510 anni fa ora è accessibile a tutti. La Pro loco ha lavorato per la traduzione e ieri sera, martedì, è stato presentato il testo.

La battaglia di Agnadello e la sua importanza storica

La battaglia di AgnadelloRelatori della serata, tenuta nella sala don Ernesto Tabaglio della Bcc, la presidente della Pro loco Pierina Bolzoni, il presidente onorario monsignor Giancarlo Perego, il presidente della Bcc Caravaggio e Cremasco Giorgio Merigo. Il testo, che racconta i dettagli sugli schieramenti in campo, sugli armamenti e sulle vittime di quella che è stata una battaglia di enorme importanza storica, sarà disponibile a 10 euro in due cartolerie del paese. Il ricavato servirà a finanziare le attività del sodalizio. Il diario originale venne comprato dalla Bcc qualche anno fa e donato al Comune nell’anno del cinquecentenario, ed è stato esposto nella sala, gremita. A catturare la platea è stato il monsignore, che ha fatto un excursus storico davvero affascinante non solo sul diario, ma sull’importanza del territorio della Gera d’Adda da un punto di vista storico, culturale, artistico e religioso.

Leggi anche:  Boom di presenze alla sagra di Agnadello FOTO

 

Leggi di più su Cremascoweek in edicola venerdì.

TORNA ALLA HOME