“La nostra attività è fortemente stagionale. Al di fuori dei periodi di picco il numero dei contratti in somministrazione, è legato esclusivamente alle oscillazioni settimanali dei volumi”. Così  Amazon Casirate sulla cessazione di diversi contratti nel centro di smistamento della multinazionale dell’e-commerce nella Bassa. La denuncia viene dalla Cgil. Amazon ha anche confermato che saranno 400 in totale gli addetti assunti nell’arco di tre anni. Cento saranno stabilizzati già entro aprile.

I volumi aumentano a fine anno, serve nuova forza lavoro

“Come molte altre aziende in diversi settori, la nostra attività è fortemente stagionale. Al di fuori dei periodi di picco il numero dei contratti in somministrazione, è legato esclusivamente alle oscillazioni settimanali dei volumi, che fanno parte della nostra attività. Nelle ultime settimane dell’anno invece i volumi aumentano progressivamente e rende necessario  procedere con numerose assunzioni in tutti i nostri siti”.

Entro aprile 100 conversioni a tempo indeterminato

“Nei nostri centri logistici in Italia abbiamo oltre 3.300 dipendenti a tempo indeterminato, la maggior parte dei quali è stato convertito da contratti di lavoro in somministrazione. Per quanto riguarda Casirate, entro il mese di aprile è prevista la conversione a tempo indeterminato di 100 lavoratori in somministrazione, selezionati fra quelli che ci hanno supportato durane il picco.  Il sito impiegherà 400 dipendenti a tempo indeterminato nell’arco dei prossimi tre anni.

Leggi anche:  Auchan vende a Conad, sindacati in allerta per tutelare 700 posti di lavoro

TORNA ALLA HOME