Si torna davvero a respirare in casa Bcc Treviglio, che ha comunicato oggi i dati del Bilancio 2018. Il risultato netto della principale banca trevigliese, che conta oltre 21mila soci e 40 filiali in tutta la pianura da Bergamo a Lodi, vede un attivo di 5,6 milioni, in decisa risalita dopo i “rossi” degli anni della crisi e dopo l’utile del 2017, che era stato di circa mezzo milione.

Cresce la raccolta indiretta

“Il 2018, conclusosi con un volume complessivo di masse amministrate di oltre 3,4 miliardi, conferma un attivo superiore ai due miliardi di euro e masse di raccolta diretta che si sono mantenute stabilmente su valori medi annui prossimi al miliardo e mezzo. Continua la crescita della raccolta indiretta che si attesta a fine anno, a valori di mercato, a 665 milioni di euro, con un incremento del 2,31 % legato in larga misura alla componente del risparmio gestito” fa sapere la banca in una nota.

Mutui: 4300 pratiche per 600 milioni di credito

Nel 2018 la Cassa rurale cittadina ha gestito o 4300 pratiche di affidamento, per 600 milioni di euro di credito accordato. Nel dettaglio, per la prima casa sono stati accesi più di 500 mutui, per 50 milioni di valore accordato.

Le operazioni di messa in sicurezza

Continuano però anche le operazioni di messa in sicurezza del credito. La bestia nera del comparto bancario che nel corso degli ultimi anni aveva strozzato i bilanci, e che serve a mettere in sicurezza i cosidetti Non performing loans, i crediti deteriorari dalla crisi economica, è stata alimentata tra l’altro con 100 milioni derivanti da cartolarizzazioni Iccrea, il nuovo gruppo cui anche Bcc Treviglio ha aderito dall’inizio dell’anno. “Tale attività ha portato il totale delle sofferenze nette a 106 milioni, con una riduzione del 36 % rispetto al 2017 e un rapporto sofferenze nette /impieghi netti al 9,70 %. La percentuale di copertura delle sofferenze ha raggiunto il 53 %, rispetto al 48,40 % del 2017” continua la Bcc. “Il credito deteriorato netto, a fine 2018, è pari a 148 milioni e segna un calo del 34 %, con una copertura totale del 47,15%”.

Leggi anche:  Integrativo alla Bianchi Industry: “Accordo innovativo per salari e regole”

Crescono anche gli indicatori patrimoniali: il Total Capital Ratio, che raggiunge il 16 % (era 14,4% nel 2017), con i Fondi propri che si attestano a quota 153 milioni di euro.

Grazie ai dipendenti

Nella riunione plenaria convocata dopo l’approvazione del progetto di bilancio, il presidente Giovanni Grazioli e il dg Roberto Nicelli, hanno presentato il nuovo piano strategico triennale, approvato a gennaio con Iccrea.
e alla fine della riunione hanno rivolto un ringraziamento a tutti i dipendenti “per la professionalità e l’impegno dimostrato nel corso dell’esercizio in chiusura”.

Leggi anche: Bcc Treviglio: inaugurata la nuova sede green e hi tech VIDEO

TORNA ALLA HOME