La storia del Colorificio Gaetano è quella del suo creatore. Gaetano Menegoni, classe 1926 e originario di Bologna, diede il via all’attività nel lontano 1967. Tappezziere e restauratore di mobili, entrò in contatto con il mondo delle vernici e scelse di aprire il colorificio a Capo di Ponte. Da un piccolo negozietto in Valcamonica, aperto cinquantuno anni fa, iniziò a prendere forma ciò che ora è gestito da Alessandro e Massimiliano Menegoni, i figli di Gaetano. Oggi il Colorificio si trova a Chiari e dispone di oltre mille metri quadrati di superficie coperta.

Colorificio Gaetano, una storia che parte da lontano

È proprio Alessandro a riannodare i fili della memoria. «Nel 1973 papà si sposò con mamma Antonietta. Aveva un piccolo negozio di 50 metri quadrati dove vendeva vernici e accessori – racconta – Il primo cambiamento avvenne nel 1981 quando aprì una filiale a Edolo, quindi l’anno seguente trasferì lì anche la residenza e dopo 4-5 anni chiuse la sede di Capo di Ponte». Nel piccolo comune camuno il colorificio, di dimensioni maggiori, disponeva di un laboratorio e Gaetano aveva diviso il reparto colori da quello tappezzeria, dove si faceva confezionamento tendaggi e rifacimento salotti. Tuttavia ancora non bastava: il giro d’affari era in crescita, così lo storico titolare individuò una location a Chiari, per la precisione in via Silvio Pellico. Eccoci al 1990: Gaetano acquistò l’immobile che l’anno seguente sarebbe diventato sede e abitazione per la sua famiglia.

L’ingresso di Alessandro e Massimiliano

Serve però fare un passo indietro: verso la fine degli anni Ottanta entrano in scena Alessandro (nato nel 1973) e Massimiliano (classe 1974). «Papà ci coinvolgeva nel colorificio, ci portava dai clienti, eravamo le mascotte e da subito abbiamo annusato questo mondo – continua il fratello maggiore – abitavamo sopra il negozio, quindi conoscevamo i fornitori, ci hanno visti crescere e si è instaurato un rapporto di amicizia con loro». Gli anni Novanta hanno visto aumentare gradualmente ruoli e responsabilità di Alessandro e Massimiliano, entrambi specializzatisi nel settore colore. «Nel 2001 fu dismesso il reparto tendaggi e capimmo che ci servivano un negozio e un magazzino più grandi, dal momento che le richieste e le possibilità di vendita crescevano di pari passo – prosegue – Nel 2003 ci trasferimmo nell’attuale sede, dove ci troviamo ancora oggi».

La trasformazione del core business

Dietro ai tanti spostamenti ci sono le trasformazioni del mercato e della società. «In passato il core business era solo il privato, e ancora adesso è il nostro zoccolo duro, ma ora serviamo anche gli applicatori, ossia gli imbianchini – aggiunge Alessandro – Solo una cosa non è cambiata, ossia il servizio al cliente. Papà è stato un precursore: oltre a vendere l’articolo forniva consigli validi e sinceri e ci parlava sempre dell’importanza del nostro ruolo di consulenza». Come è facile intuire tanto ruota intorno alla figura lungimirante di Gaetano. E a ciò che è riuscito a trasmettere ai suoi figli. «In negozio manteneva le redini dell’attività lasciandoci comunque fare ciò che volevamo. Ma nel 2014 abbiamo capito che era ora di fare il passaggio di consegne, concretizzatosi l’anno seguente con la trasformazione da azienda individuale a SNC».

Leggi anche:  Noleggio Lorini, azienda leader e sempre all'avanguardia

Un’attività in continua espansione

Oggi il Colorificio Gaetano continua a crescere. «Io e mio fratello stiamo sviluppando nuovi mercati – sostiene Alessandro – puntiamo su moderni canali di vendita, anche fuori del negozio, pur mantenendo fornitori che lavorano con noi addirittura dal 1967. Per esempio, dal 2018 siamo importatori e distributori dei prodotti Südwest per tutto il nord Italia. Con noi ci sono due dipendenti, a cui vanno aggiunti due agenti di commercio esterni. Frequentiamo corsi di approfondimento e aggiornamento, restando sempre aggiornati sui nuovi prodotti». Infine una curiosità: chi visita il Colorificio Gaetano non potrà fare a meno di notare una brillante Fiat 600 Multipla autocarro, posizionata nel cortile. Bene, si tratta del capostipite del parco mezzi attuale. La vettura, autentico gioiellino del 1958 e ancora oggi perfettamente funzionante, fu ritirata da papà Gaetano nel 1968. Ed è custodita con cura da Alessandro e Massimiliano.

L’azienda in breve

Con un bagaglio di esperienza di oltre mezzo secolo, il Colorificio Gaetano è da tempo un punto di riferimento per l’acquisto di pitture, vernici ed attrezzature. Si tratta dunque del più importante centro di distribuzione dell’ovest Bresciano e non solo, specializzato per il professionista e per il fai da te. La realtà oggi guidata da Alessandro e Massimiliano Menegoni è attrezzata con tintometri computerizzati, spettrofotometro per la lettura digitale del colore. E un’ampia gamma di prodotti dei marchi più prestigiosi. La professionalità e la disponibilità alla consulenza completano il quadro dell’attività creata nel 1967 dal papà Gaetano. Il colorificio si trova a Chiari, in via Milano 19. Per informazioni consultare il sito www.colorificiogaetano.it, la pagina Facebook “Colorificio Gaetano”, chiamare lo 030.7001804 o scrivere a info@colorificiogaetano.it.