Concerto di Natale nella sera magica di Santa Lucia. Gremita la chiesa di San Pietro dove si sono esibiti gli studenti dell’Indirizzo Musicale della scuola «Tommaso Grossi».

Concerto di Natale

«Con le orchestre di terza media e della Bryorchestra-Corsi di proseguimento, promosso dalla scuola e dall’associazione “Musica per passione”, i 120 ragazzi guidati dai loro maestri, i professori Guerra, Legramandi, PozziRossetti, Volonterio hanno portato tutti nell’atmosfera natalizia – ha fatto sapere M. Nicoletta Sudati, la dirigente scolastica – Vari e ben eseguiti i brani, dal Concerto grosso HV312 di Handel a quelli più classici del Natale (Angeli delle campagne, Noel, O happy day…). Commovente l’apertura con l’Hallelujah di Cohen eseguita con violino, violoncello e pianoforte dai giovani Cristina Pedrazzini, Samuele Bertocchi e Daniele Guerra. Il concerto è stato dedicato al bosco dei violini della Val di Fiemme che la scuola si è impegnata a “salvare”, contribuendo al crowdfunding dell’azienda “Ciresa” che lavora legno armonico per strumenti musicali».

Ricordo di Brigitta Simone

«Un ricordo è stato dedicato Brigitta Simone, fondatrice di “Musica per passione” – ha continuato – che senz’altro avrebbecondiviso la scelta della scuola, ora che nell’altrove in cui si trova si ascolta meglio il respiro degli altissimi abeti… La serata si è svolta all’insegna della gratitudine. Verso i ragazzi dell’orchestra e del numeroso e caldo pubblico, verso i genitori di “Musica per passione” sempre presenti a montare e smontare e a trasportare tastiere, microfoni, amplificazioni, strumenti, a organizzare concerti e gemellaggi».

«Grazie alle autorità”

«Gratitudine verso il Comune che sostiene la scuola e la musica, e la presenza del sindaco Juri Imeri e della vicesindaco Pinuccia Prandina ha dimostrato ancora una volta la vicinanza ai nostri giovani – ha concluso la dirigente – Uno speciale pensiero di riconoscenza è stato rivolto alla sezione degli alpini di Treviglio che ha dato un contributo economico all’Indirizzo Musicale e così alla ditta “Stucchi Spa” che sostiene sempre i concerti della scuola, alla “Fondazione Bergamini” che accompagna la scuola nella valorizzazione delle sue eccellenze che, senza tale apporto, non potrebbe avviare corsi qualificati in orario extrascolastico per gli alunni meritevoli. Ancora gratitudine è stata diretta a chi in Regione ha voluto riconoscere il progetto Bullout della Tommaso Grossi in rete con scuole ed enti del territorio (Comune, Risorsa Sociale Gera d’Adda, Fondazione BCC, Centro Agape, CAG-Fondazione Portaluppi, Associazione Metas), progetto a prevenzione del cyberbullismo. Premiato il lavoro di alleanza educativa del territorio. Un grazie è stato rivolto a don Stefano, a don Giovanni e a monsignor Norberto per l’ospitalità. Si sono portati i saluti del vescovo di Milano Martinelli (che ha ricordato la scuola nell’incontro al Conventino della Pastorale Scolastica), del vescovo di Brescia  Tremolada (che aveva fatto visita alla “Grossi”) e del vescovo di Bergamo Beschi che ha mandato un pensiero ai ragazzi e agli insegnanti dell’orchestra. La stretta affettuosa tra i maestri a fine concerto ha salutato con un simbolico abbraccio tutti, con un augurio grande per le prossime festività».

Leggi anche:  Stefano Iacobone | Il dolore della famiglia

TORNA ALLA HOME