Da febbraio a maggio si è svolto il progetto “Detto,Fatto” dell’Istituto Comprensivo Rubini in collaborazione con il CAF di Romano .

“Detto, fatto”

Il progetto, finanziato da un bando PON del ministero dell’ Istruzione, è stato realizzato dagli educatori della Cooperativa CAF di Romano e da alcuni insegnanti della Scuola Media dell’Istituto comprensivo.L’obiettivo del progetto, che ha visto coinvolti gli alunni di seconda e terza media, è stato quello di di avvicinare gli alunni alla realtà territoriale, al patrimonio produttivo, alle competenze dell’imprenditoria artigiana locale con una modalità di intervento che permettesse, da un lato di recuperare il legame con il territorio, dall’altro di impegnare i ragazzi in attività pratiche, orientanti e spendibili nella quotidianità, incoraggiandoli a immaginare un possibile futuro nel mondo del lavoro.

I laboratori

I ragazzi coinvolti nel modulo hanno sperimentato un viaggio tra vecchi e nuovi mestieri artigiani, affiancati da imprenditori, pensionati, cittadini esperti e appassionati di attività manuali.
I laboratori hanno coinvolto i ragazzi in attività di: decoupage, falegnameria, manutenzione biciclette e orto.

Leggi anche:  Scuola materna, riaperto il dialogo col papà dei bimbi musulmani

Gli organizzatori

“Uno speciale ringraziamento va ai volontari Gianni Poloni per il laboratorio di falegnameria, Giuseppe Lanzini e i volontari della Ciclofficina “Ciclope” per la manutenzione delle biciclette. – ha detto Fabio Moioli, Caf Romano -Un grazie anche alla falegnameria Cometti per la fornitura gratuita del materiale e all’Amministrazione Comunale per l’utilizzo degli spazi della Ciclofficina Ciclope”.

TORNA ALLA HOME