Tempo di feste conclusive allo Sraffa-Marazzi, per i progetti inclusivi attivati nell’anno scolastico che volge al termine. La dirigente Roberta Di Paolantonio e la referente per le attività di sostegno dell’Istituto, Rossana Rusconi, hanno accolto genitori e rappresentanti del territorio che hanno condiviso tutti i percorsi attivati quest’anno, per un momento di presentazione e convivialità presso i laboratori di via Dogali, utilizzati dagli studenti del corso enogastronomico.

La scuola inclusiva

L’amministrazione comunale è stata rappresentata dal vice sindaco Michele Gennuso, che chiudendo il suo intervento di saluto ha detto: “Questa è la scuola che ci piace, continuate così!”, esortando alunni, docenti e famiglie, a proseguire e implementare tutte le progettualità dell’area inclusiva, che coinvolgono alunni con bisogni educativi speciali e gruppi classi.
Agrihabitat, Educazione stradale, Laboratorio speciale, Musica e creatività espressiva, Spesa: questi i nomi dei progetti che hanno coinvolto studenti affiancati dai docenti di sostegno e compagni di classe in veste di tutor, in molteplici attività: da quelle all’aria aperta, presso le strutture partner (Agriturismo El Cioos di Annicco, Azienda agricola “Gallotta di Sotto”, Centro di Riabilitazione Equestre “Emanuela Setti
Carraro”), agli approfondimenti presso il bar didattico della scuola, fino alla novità di quest’anno, rappresentata dall’introduzione di un approccio artistico, utilizzando le potenzialità offerte dalla musica, dal canto e dal ballo.

Leggi anche:  Ricchezza pro capite: sorpresa (!) non sono i lombardi i più ricchi d’Italia

Sinergia con il territorio

Numerosi i docenti che hanno contribuito a vario titolo a rendere possibili le iniziative, apprezzate dagli allievi e dalle loro famiglie, come testimoniato dalla numerosa presenza di genitori e famigliari all’evento conclusivo di via Dogali, ed alla performance musicale presso l’aula polivalente della sede di via Piacenza.

La dirigente Di Paolantonio, ringraziando gli insegnanti referenti e coloro che hanno collaborato, ha sottolineato la vicinanza dimostrata verso la scuola da enti e associazioni che operano sul territorio: comune di Crema, istituto agrario Stanga, Centro di Riabilitazione Equestre, e per il progetto di educazione stradale, Circolo Gerundo, Consorzio Arcobaleno, Polisportiva Madignanese, assistente esperto di Polizia Locale di Crema, Pietro Bianco.

Ippoterapia al Cre

Infine, menzione speciale per il Lions Crema Host, per la sensibilità dimostrata nel sostenere economicamente un progetto di ippoterapia che coinvolgerà un gruppo di studenti delle due sedi della scuola presso il Cre di via Verdi, nel corso del prossimo anno scolastico, favorito dalla condivisione dell’iniziativa da parte del presidente Franco Maestri, del tesoriere Riccardo Murabito e da tutto il Cre, rappresentato per l’occasione da Santa Marzatico.

TORNA ALLA HOME