La Bcc Caravaggio e Cremasco premia l’impegno degli studenti migliori. Si è tenuta lunedì della scorsa settimana, nell’auditorium “Massimiliano Merisio” di via Carcano, la cerimonia di consegna delle numerose borse di studio assegnate con l’annuale bando di concorso dalla Bcc Caravaggio e Cremasco agli studenti soci, o figli di soci, residenti nell’area bergamasca.

Evase tutte le 41 richieste

Il presidente della Bcc Giorgio Merigo, ha aperto il suo intervento evidenziando che tutte le 41 domande pervenute in adesione al bando (che prevedeva inizialmente l’assegnazione di 25 borse di studio), presentavano votazioni eccellenti e che per questo motivo la Banca, insieme alla Fondazione “don Pidrì e don Pierino” (fondata dalla Parrocchia di Caravaggio insieme alla Bcc), considerata la concreta attenzione che da sempre la Bcc riserva ai giovani, ha deciso di premiare tutti i candidati.
Insieme al presidente Merigo, si sono avvicendati nella consegna delle borse di studio il vicepresidente Carlo Mangoni, il direttore Luigi Fusari, il presidente della Fondazione “don Pidrì e don Pierino” Massimo Tomasoni, il parroco di Caravaggio don Angelo Lanzeni e il sindaco Claudio Bolandrini.

Gli studenti premiati

Si sono distinti nel conseguimento del diploma di maturità: Andrea Allevi, Lorenzo Curlo, Marta Epis, Daniele Riva, Diego Tonetti, Valeria Vailati, Sara Cattaneo, Elisabetta Inico, Nirmala Pasciuti, Umberto Carlo Maria Radaelli, Anna Terzi e Federico Vimercati.
Per la Laurea triennale sono stati premiati: Elisa Biaggi, Lorenzo Sana, Alice Bruno, Giulia Defendi, Giuditta Galimberti, Roberta Luinetti, Marianna Nisoli e Ilaria Alexandra Turati.
Per la Laurea magistrale, le borse di studio sono state assegnate a: Alberto Amigoni, Andrea Corrioni, Pamela Morenghi, Maria Conti, Sara Dognini, Simone Oldoni e Simone Viola.

Leggi anche:  Liceo Galilei di Caravaggio, si punta al nuovo indirizzo biomedico

Il presidente Merigo, nel congratularsi con i premiati, ha rivolto loro un accorato messaggio, sottolineando che “la nostra comunità ha sempre più bisogno di giovani preparati e maturi che, oltre a perseguire la propria realizzazione personale, sappiano impegnarsi attivamente anche nella vita sociale, per contribuire con entusiasmo alla costruzione del bene comune”.

TORNA ALLA HOME