Pognano avrà presto una nuova area produttiva. Ma le novità non finiscono qui perché il progetto prevede anche la realizzazione di una nuova scuola materna.

Convenzione tra Comune e Isocell

Proponente e firmatario della convenzione insieme al Comune è la azienda «Isocell Precompressi», tra i leader nella fabbricazione di prodotti in calcestruzzo per l’edilizia e avente sede sulla strada provinciale Francesca. L’area designata per il piano attuativo, con una superfie totale pari a circa 36mila metri quadrati, è situata su viale Piave. Secondo quanto stipulato dalla convenzione la società Isocell assumerà a proprio carico gli oneri per l’esecuzione delle opere di urbanizzazione, riguardanti nello specifico  la realizzazione del parcheggio e dell’area verde in fregio a viale Piave, l’allacciamento alle reti di servizi tecnologici e la modifica della viabilità sulla Provinciale 121.

Quasi mezzo milione di euro

La società pognanese infatti si impegnerà a realizzare la modifica relativa alla viabilità sulla 121 secondo le indicazioni della Provincia  di Bergamo, in modo da consentire l’accesso e l’uscita in sicurezza dei mezzi pesanti dal nuovo insediamento e da via delle Gere. Sempre a carico della Isocell sarà poi anche la realizzazione del collettore fognario lungo via Defendi, per un costo complessivo dei lavori di circa 468mila euro.

Leggi anche:  Tonno Mareblu ritira lotto di scatolette dai supermercati Il Gigante

Nuova scuola materna

Ma la convenzione tra il Comune e la società di prefabbricati non regola soltanto l’ambizioso progetto inerente l’area produttiva del paese, ma impegna la Isocell in un’opera compensativa decisamente vicina ai pognanesi, ovvero la realizzazione di una nuova scuola materna, la quale dovrebbe sorgere nell’area antistante il Piazzale Atleti Bergamaschi, poco distante dalla scuola primaria e dalla palestra e da un ampio parcheggio pubblico, per un costo di circa 780mila euro.

Ecco come sarà

Il progetto architettonico, a carico del Comune, prevede la costruzione di un edificio su un unico piano, con ingresso in comune con la vicina scuola primaria e una superficie complessiva di circa 4.700 metri quadrati. La nuova struttura comprenderà tre aule, una sala docenti, un refettorio, spazi per percorsi coperti e servizi. In modo da ospitare un numero massimo di 75 alunni. Infine, mentre le opere di urbanizzazione interne ed esterne al comparto dovranno essere realizzate entro il termine di 48 mesi, la convenzione prevede che i lavori relativi alla materna dovranno essere ultimati entro i successivi 24 mesi, dall’avvio del cantiere.