Un’area espositiva, pareti ricoperte di licheni che vivono grazie all’umidità dell’aria, un grande sportello elettronico al centro. E’ una banca del tutto rinnovata e costruita secondo i canoni dell’architettura green quella inaugurata venerdì mattina da Bcc Treviglio. Si trattava del taglio del nastro della sede centrale della principale banca cittadina, che a pochi mesi dall’apertura del Palazzo della consulenza in via Crivelli rinnova anche una delle sue filiali più prestigiose, nel cuore della città. Una ristrutturazione decisamente importante anche dal punto di vista architettonico, per lo storico edificio nel cuore della città.

Gli ospiti dell’inaugurazione

Entusiasta il presidente  Giovanni Grazioli, che ha fatto gli onori di casa con il sindaco di Treviglio Juri Imeri,  Matilde Carla Panzeri, già Funzionario Generale di Banca D’Italia e sindaco della Consob, con il presidente del Gruppo Bancario ICCREA Giulio Magagni e a monsignor Merisi, socio onorario della Cassa rurale e socio onorario.

“Bcc Treviglio si presenta alla partenza del Gruppo Bancario ICCREA solida e strutturata grazie al lavoro di gruppo, alla fiducia dei soci, dei clienti e alla voglia di mettersi in gioco e in questo contesto tutte le autorità presenti rappresentano questo credo” ha sottolineato Grazioli. Magagni invece ha parlato a lungo della storia di Bcc Treviglio, fondata 125 anni fa da monsignor Ambrogio Portaluppi. E del difficile ma necessario lavoro portato avanti per portare fuori la Cassa rurale dalla crisi del credito, nell’ultimo triennio. Un percorso ormai sostanzialmente concluso con successo, con la vittoria di una delle più importanti banche di credito cooperative italiane.

Leggi anche:  Cittadinanza onoraria al maggiore Papasodaro

TORNA ALLA HOME