Così come per la tecnologia anche le lingue straniere, per i giovani, sono qualcosa di molto più vicino. Ne sono una testimonianza i ragazzi e le ragazze dell’Istituto Comprensivo “Tommaso Grossi” di Treviglio che ha avviato il corso di preparazione delle Certificazioni in inglese e francese secondo il Quadro Comune Europeo.

Corsi di inglese e francese

L’Istituto Grossi ha promosso per gli studenti meritevoli corsi preparatori gratuiti in orario extrascolastico a scuola per i ragazzi delle classi quinte primarie Mozzi e Battisti (esame Cambridge Starters Yle), per le seconde medie (esame DELF lingua francese) e terze medie Grossi (esame Cambridge KET e PET).
Gli studenti di terza media hanno già superato tutti la prova, con riconoscimento KET (livello A2), ma la quasi totalità ha conseguito i livelli B1 e B2 con Distinction Merit Pass KET e PET. Partiranno per un viaggio d’istruzione in maggio per Dublino accompagnati dal professor Mauro Invernizzi che li ha così ben preparati, con le professoresse Bandera e Ferrari. Il progetto è sostenuto dalla Fondazione Bergamini cittadina a cui va la riconoscenza della scuola.

L’inglese alla materna

Per il secondo anno scolastico, anche per i bambini più piccoli dell’infanzia Rodari e Masih sono stati introdotti incontri d’inglese in orario scolastico: insegnanti dell’infanzia e di primaria hanno seguito il gruppo dei bimbi e delle bimbe di 5 anni per avvicinarli in modo giocoso a questa lingua con risultati incoraggianti.

Leggi anche:  Crisi Superdì si mobilita la Regione

Sempre più english

L’IC Grossi ha fatto dell’obiettivo lingua straniera un progetto consolidato in questi anni che vede anche gli studenti delle classi quarte e quinte primarie e di tutto il triennio delle medie avvicinarsi alla lingua inglese con esperti di madrelingua che si affiancano ai docenti di classe.

“Un grazie particolare va alle professoresse di scuola media Rota, Bandera, Baronchelli, Mascaretti e Galovic (quest’ultima di madrelingua francese che ha preparato gli studenti anche per il DELF) e alle maestre Daniela Rizzo e Chiara Nisoli che hanno accompagnato i più piccini dell’infanzia nel viaggio verso l’inglese. Quest’anno l’Invalsi prevede prove di inglese e relative certificazioni sulla competenza. Ebbene, molti nostri studenti hanno già dimostrato la loro competenza e su livelli e abilità superiori a quelli previsti dall’Invalsi.
Bravi – ha concluso la dirigente scolastica Nicoletta Sudati – E bravi gli insegnanti che li hanno seguiti”.