Tour del commercio fra i quartieri della città concluso ieri

Tour del commercio

Ieri, con l’ultimo giro in  Via Mazzini, si è concluso il Tour del Commercio avviato lo scorso 11 Maggio. Dodici uscite settimanali, sempre di mattina, in 16 zone, fra quartieri o aree cittadine, sono state dedicate dal gruppo formato dal sindaco di Crema, Stefania Bonaldi, e dagli assessori Cinzia Fontana (Bilancio e Urbanistica) e Matteo Gramignoli (Commercio) ad incontrare i commercianti della città con un movimento centripeto: dalle zone periferiche fino al centro storico. In tutti i casi, viene confermato il ruolo decisivo che gli esercizi di vicinato svolgono per rendere attrattiva e godibile la città, in alcuni casi come veri e propri presidi sociali.

Tutti i generi di esercizi commerciali

Approssimativamente, in questi tre mesi i tre componenti della giunta sono entrati in più di 250 esercizi, di tutti i tipi: generi alimentari, abbigliamento, servizi. Molto diversi per peculiarità e problematiche – anche a seconda della zona in cui operano – ma tutti caratterizzati da grande tenacia e perseveranza. “Nonostante i tempi complicati dalla concorrenza sfrenata e dirompente della grande distribuzione e del commercio elettronico”, commenta Gramignoli, “questo viaggio nel commercio ha documentato ai miei occhi che c’è spazio e crescita per chi non si rintana nelle ormai poche certezze e si rinnova, accetta la sfida e costruisce un rapporto speciale con la clientela. Ovviamente non è sempre possibile, non è mai facile e può anche non bastare, ma questo è il percorso sul quale poi un’Amministrazione può aggiungere la sua attenzione, le sue proposte”.

Leggi anche:  BtoB Awards 2018, il vicepresidente della Lombardia: "Premio fondamentale"

I temi caldi

Il tour è servito soprattutto a raccogliere idee, suggerimenti, critiche costruttive. Si è  parlato molto di disponibilità di parcheggi, di arredo urbano, di servizi primari, di viabilità. “A poche settimane dall’incarico di assessore”, sottolinea Cinzia Fontana, “questo tour nei quartieri è stata occasione per entrare nel vivo della città, toccare con mano quali sono le questioni più rilevanti, fatte emergere da chi è un presidio fondamentale. I commercianti parlando di sé parlano sempre in modo istruttivo del loro territorio; ne dobbiamo tenere conto e possiamo intervenire sulle cose più immediate, e poi continuare a costruire un’idea di città dove i quartieri sono elemento di vivacità”. “Confermo il valore e l’importanza degli esercizi di vicinato cittadini dichiarati dagli assessori Gramignoli e Fontana, un patrimonio importante da tutelare per Crema”, dichiara il sindaco di Crema. E conclude: “Qualche settimana fa un operatore economico molto qualificato si è proposto per la realizzazione di un outlet nel territorio comunale. Ne sarebbero derivati oneri importanti per le casse comunali, ma la nostra risposta, unanime, è stata negativa. Determinerebbe un impoverimento e una desertificazione commerciale in città che invece abbiamo tutti, ciascuno col proprio ruolo, dall’esercente, all’amministratore, al semplice consumatore, il compito di contrastare”.

Il Comune sulle rimostranze del Centro Culturale Islamico