Bancari in protesta oggi  anche a Milano, Bergamo e Brescia dopo l’annuncio di Ubi Banca su cento esternalizzazioni. La mobilitazione è di caratura nazionale e coinvolge tutte le città in cui è presente il gruppo bancario.

Ubi banca annuncia esternalizzazioni

Manifestazioni di protesta si sono tenute questa mattina, venerdì 13 settembre, di fronte alle sedi di Ubi Banca di tutta Italia in solidarietà dei cento bancari che il gruppo ha deciso di esternalizzare a seguito di un accordo con la multinazionale tecnologica Accenture.

“Oggi 100 persone, domani?” il titolo attribuito all’iniziativa organizzata dai  coordinamenti per il Gruppo Ubi di Fabi, First Cisl, Fisac Cgil, Uilca e Unisin. “Vogliamo esprimere la nostra preoccupazione e richiamare al senso di solidarietà i dipendenti degruppo” spiegano i sindacalisti.  “Nessuno è escluso” e “Siamo tutti coinvolti” sono le sollecitazioni contenute nei volantini che invitano i dipendenti alla partecipazione. Proprio all’insegna del coinvolgimento e del sostegno che intendiamo esprimere alle lavoratrici e ai lavoratori coinvolti dall’operazione”.

La trattativa difficile

Sulla vicenda i sindacati dei bancari hanno diramato una nota congiunta. Il dialogo con l’azienda, spiegano, si preannuncia “estremamente complesso e dall’esito non scontato, considerato altresì che la questione esternalizzazione si intreccia con le rivendicazioni che, con l’obiettivo di rafforzare l’area contrattuale, sono presenti nella piattaforma di rinnovo del CCNL del Credito in discussione in queste settimane”.

Leggi anche:  ALDI apre a Treviglio, domani l'inaugurazione in via Baslini

TORNA ALLA HOME

 

Foto di First Cisl Lombardia