Sabato 23 febbraio i genitori dei bambini della scuola primaria Mozzi e della scuola dell’infanzia Rodari hanno messo in posa una rete ombreggiante intorno alla recinzione della Mozzi, a protezione di tutti i bambini che frequentano la scuola cittadina in via Vespucci.

Una rete per proteggere i bambini

Nel Consiglio comunale dei ragazzi e delle ragazze, presieduto come ogni anno dal Sindaco Imeri, nel maggio 2018 i Consiglieri-junior della scuola media Grossi avevano proposto, tra le altre mozioni, l’acquisto e la messa in posa di una rete ombreggiante alla scuola Mozzi. I ragazzi avevano accolto la richiesta degli insegnanti della primaria e dell’infanzia che segnalavano come il
giardino lato sud-est del plesso Mozzi fosse esposto in modo non sicuro per i bambini della scuola.

La mozione del consiglio dei ragazzi

Infatti, il livello del marciapiede adiacente la recinzione è più alto rispetto al giardino e capitava che i bimbi più piccoli potessero esporre le mani all’esterno della recinzione, magari al passaggio di cani non al guinzaglio o di persone estranee con intenzioni poco educative. Gli studenti delle classi seconde Grossi avevano così elaborato una mozione corredata di dati a sostegno della proposta a seguito di un sopralluogo, di misurazioni e di preventivi per una rete ombreggiante a riparo della recinzione, il tutto presentato con un power point nella Sala consigliare.

Leggi anche:  Chiusura Bcube Ricengo, licenziati gli ultimi 12 lavoratori

Installata dai papà

La Giunta comunale aveva definito che il Consiglio comunale dei ragazzi, rimasto fino allora “senza portafoglio”, potesse attingere a una quota per organizzare e attuare quanto deliberato positivamente nelle mozioni dei Consiglieri-junior. Così, è stata acquistata la rete ombreggiante e un gruppo generoso di papà ha posato la rete a protezione.

TORNA ALLA HOME