Le autostrade salveranno il mondo? Forse no. Ma di certo, a fronte di chilometri di asfalto, portano un bel po’ d’ossigeno per l’economia. Se infatti attorno a Brebemi infatti si è appena finito di brindare per Amazon, che ha annunciato il suo Hub lungo la tangenzialina di Casirate con quattrocento posti di lavoro, adesso è Yoox a rilanciare. Con un polo logistico e una “boutique virtuale” lungo Teem, all’altezza del casello di Vizzolo Predabissi. La battaglia tra titani del web è cominciata.

Novecento posti di lavoro

L’area del progetto logistico di Yoox si estende su 46mila metri quadrati, nel Comune di Landriano. Otto milioni di euro l’investimento. “E’ terminata la fase di rifinitura e ora Yoox Net a porter ha avviato la selezione delle 300 figure da inserire in organico entro l’estate 2018. Il leader del luxury fashion (nove milioni di clienti fidelizzati in 180 Paesi) effettuerà inoltre altre 600 assunzioni tra il 2019 e il 2020 privilegiando i residenti nel territorio al confine tra SudMilano, Lodigiano e Pavese” spiega la società che gestisce la Teem in una nota. Le selezioni sono cominciate il 10 gennaio. Yoox sta già esaminando  i curriculum per le mansioni indicate da una trentina di job description, già pubblicate sul portale aziendale. Le prime assunzioni dovrebbero, fanno sapere, diventare effettive tra marzo e aprile.

Chi stanno cercando

Si cercano lavoratori da impiegare nei magazzini adibiti alla movimentazione delle merci, ma anche personale da assegnare ai reparti direzione, assistenza, programmazione e multimedia che troveranno spazio nel polo tecno-logistico a bassissimo impatto ambientale.
L’idea è proprio quella di acccelerare, “in modo da consentire a YNAP di bruciare sul tempo (tre anni) la multinazionale del web Amazon, che, in questi giorni, ha confermato l’intenzione di trasporre dalla carta millimetrata alla realtà entro il 2021 uno smistamento (400 posti) ubicato a Casirate e limitrofo ad A35-BreBeMi” spiega la società Teem in una nota.

Leggi anche:  Metalmeccanico: nella Bergamasca 22 aziende in crisi

L’asse Teem-Brebemi

“I piani occupazionali delineati dal gigante dell’e-commerce inventato, nel 2002, dall’ad Federico Marchetti ribadiscono, in ogni caso, che il Quadrante Est-Sud dell’Area Metropolitana lambito da A58-TEEM continua ad attrarre capitali privati e a generare occupazione sia nell’industria tradizionale sia nel comparto new economy” continua la nota di Teem. Che cita poi i diversi colossi che in questi anni hanno messo radici nella zona della tangenziale esterna: Dhl e Brivio&Viganò (Pozzuolo), Bombardier (Melzo), Akno (Truccazzano) e Iveco (Melegnano). Brebemi segue a ruota con Amazon, appunto. Ma anche Italtrans a Calcio ed Esselunga a Chiari.

Il mega mall di Segrate

“A soli 30 mesi dall’apertura al traffico Teem ha già superato le aspettative di assunzioni” spiega l’autostrada. “Ulteriore impulso all’occupazione sul territorio dovrebbe concretizzarsi in parallelo allo sbarco a Melegnano delle Patatine San Carlo e all’approdo in Lombardia di Westfield. Che, investendo 1,4 miliardi di euro costruirà a Segrate un mall da 15mila posti.

La Bassa e il lavoro

Tornando nella Bassa, è di stamattina la nota della Cgil che saluta l’arrivo di Amazon con soddisfazione. Non senza rimarcare, tuttavia, la necessità di porre attenzione al tema del lavoro e delle sue condizioni. La stessa preoccupazione è stata espressa questa settimana dal sindaco di Casirate Mauro Faccà. Leggi di più sul Giornale di Treviglio in edicola.