Quando fare il tagliando auto? Avete sostenuto la revisione nel 2018, di conseguenza la prossima sarà nel 2020. Quindi quest’anno niente tappa dal meccanico? Nessuno, a meno di problematiche impreviste, darà un’occhiata alla vostra automobile? Certo che no! Esiste infatti il tagliando (ovviamente dipende da quanto usate l’auto): si tratta di una verifica periodica non obbligatoria a cui sottoporre la propria vettura (o moto, o scooter) per garantirsi un mezzo il più performante possibile (naturalmente in funzione della sua età e dei chilometri percorsi). A proposito di chilometri: ogni quanto è bene fare il tagliando? In genere è bene fare un giro dal proprio meccanico di fiducia ogni 15/20mila chilometri.

Quando fare il tagliando auto?

Non c’è un termine temporale definito, dal momento che la percorrenza è alquanto soggettiva. Ma ormai in tutte le automobili sono inserite delle spie luminose che si accendono avvisandoci quando è ora di intervenire. Se volete saperne di più è bene consultare il libretto di manutenzione della propria auto. Lì sono indicati gli interventi da effettuare, in base a termini temporali e/o al chilometraggio. Naturalmente esiste una serie di operazioni piuttosto comuni, che vengono ripetute quasi ad ogni tagliando. Si tratta del ripristino o della sostituzione dell’olio motore, del ripristino dei vari fluidi (detergente, liquido freni, refrigerante), pulizia o sostituzione dei filtri olio e aria, controllo o cambio della cinghia di distribuzione, verifica del corretto funzionamento delle varie luci (sia interne che esterne), controllo degli pneumatici, delle candele, delle pastiglie, dei dischi freno, del condizionatore e dei tergicristalli.