A un’Italia Forte serve un presidente forte. E’ questo il titolo della tavola rotonda in programma per giovedì 19 luglio a Milano, nella Sala Gonfalone del Grattacielo Pirelli in via Filzi 22, a partire dalle 18. Un appuntamento organizzato dalla neonata associazione  Nuova Repubblica – Eleggiamo il Presidente.

La proposta di legge sull’elezione diretta del Presidente dell Repubblica

“L’esito delle elezioni è anche frutto di una Costituzione scritta 70 anni fa” spiegano i promotori del convegno. “Allora, il ritorno del fascismo o l’avvento di una dittatura sovietica erano pericolo concreti. Oggi, le caratteristiche della Carta fondamentale e la liquefazione dei partiti determinano, da decenni, l’ingovernabilità del Paese. L’Italia è ibernata in una condizione di crisi permanente- Per uscirne l’associazione Nuova Repubblica – Eleggiamo il Presidente, ha depositato una proposta di legge costituzionale di iniziativa popolare per un referendum sull’elezione  diretta del Presidente della Repubblica”.

A un’Italia Forte serve un presidente forte: gli interventi

Ad aprire i lavori sarà il  presidente della Commissione Speciale Autonomia e riordino autonomie locali di Regione Lombardia Mauro Piazza. I consigliere regionale lecchese infatti è coordinatore regionale dell’associazione Nuova Repubblica. I saluti istituzionali spetteranno invece al Presidente del Consiglio Regionale, il comasco Alessandro Fermi e al presidente del Gruppo consiliare Forza Italia Berlusconi per Fontana Gianluca Comazzi. Interverranno poi Massimo Corsaro, già parlamentare e assessore di Regione Lombardia e promotore del sodalizio e il professor Giovanni Guzzetta, presidente dell’associazione  Nuova Repubblica – Eleggiamo il Presidente.

Leggi anche:  Grillino De Judicibus: «Vanazzi cavallo vincente, la Lega ci ripensi»

A moderare gli interventi sarà Anna Maria Pignatti Morano, coordinatrice del sodalizio.

TORNA ALLA HOME