L’ex sindaco Massimo Alloni dimissionario. Lascia il Consiglio comunale di Mozzanica, dov’era capogruppo di minoranza per la lista “Mozzanica a mille”. Al suo posto subentrerà Gianbattista Ceresoli.

L’ex sindaco Massimo Alloni dimissionario

Colpo di scena politico a Mozzanica. L’ex sindaco Massimo Alloni, 56enne medico veterinario, ha depositato alcuni giorni fa le sue dimissioni dalla carica di consigliere comunale. Alloni si era ricandidato sindaco – dopo aver amministrato il paese per due mandati dal 2004 al 2014 – alle amministrative del 26 maggio 2019 con la lista civica “Mozzanica a mille”, sfidando Bruno Tassi di “Insieme Oggi Mozzanica” e Simone Piana della lista “PER Mozzanica”. Sconfitto da Tassi (1165 voti, il 44,10%) nonostante la sua lista abbia ottenuto 1008 preferenze (il 38,15%) Alloni era entrato in Consiglio comunale, tra i banchi della minoranza, con i compagni di lista Giuseppe Ronca e Giovanni Baita. Trascorsi solo sette mesi di mandato, però, il capogruppo di “Mozzanica a mille” ha scelto di dimettersi. Scegliendo di non fare dichiarazioni sulla sua decisione.

Leggi anche:  #BastaTrenord, presentate in Regione 10mila firme

Domani in Consiglio la surroga

Ad occupare la sedia lasciata libera dal capogruppo Massimo Alloni sarà Gianbattista Ceresoli, risultato il primo dei non eletti per la lista civica “Mozzanica a mille” con 39 preferenze ottenute. Per Ceresoli si tratta di un ritorno tra i banchi del Consiglio comunale di Mozzanica dove era stato consigliere di maggioranza proprio durante le Amministrazioni Alloni. La surroga in Aula si terrà domani, giovedì, nella seduta consiliare convocata in via Stretta alle 20.30. Il Consiglio sarà anche chiamato a nominare i suoi rappresentanti in seno all’Unione di Comuni “Terre del Serio”.

TORNA ALLA HOME