Il Partito democratico di Mornico al Serio ha lanciato un appello ai candidati sindaci sulla questione cava di via Vallere, invitandoli a tutelare la comunità.

Appello ai candidati sindaco

Il Partito democratico non parteciperà a questa tornata elettorale, ma certo non resta indifferente alla politica locale. Già il consigliere Enrico Badoni di “Vivere Mornico” aveva presentato una mozione in uno degli ultimi Consigli comunali per chiedere informazioni a riguardo, dopo che a inizio 2018, il Comune si era costituito parte civile nel processo penale. La mozione non era stata accolta per difetti di procedura, ma il Partito democratico intende far sentire la sua voce, invitando i candidati sindaci a ripristinare la destinazione urbanistica finale “agricola”, informare e tutelare gli interessi della comunità.

L’inchiesta sui materiali illeciti

Gli occhi della Magistratura erano finiti sulla cava a ottobre del 2013, seguendo il filone d’inchiesta per traffico illecito di materiali utilizzati per riempire la cava. “Nel mese di ottobre 2013 la Magistratura pone sotto sequestro l’area interessata – dichiara il circolo Pd di Mornico – ponendo l’ipotesi di reati gravi ed importanti e l’azione giudiziaria non risulta ancora terminata. Il Comune di Martinengo ai tempi si era attivato immediatamente con l’incarico ad un proprio legale per costituirsi parte civile, mentre il Comune di Mornico, allora a maggioranza Lega Nord, incarica un proprio legale ma senza costituirsi parte civile e senza richiedere l’escussione della fidejussione”.

Leggi anche:  Pedaggi mai pagati, imprenditore di Mornico condannato

L’attuale Amministrazione è parte civile

“Solo nel corso di questo ultimo mandato, con la nuova Amministrazione, il Comune si costituisce parte civile – continua il comunicato – per ottenere il risarcimento di tutti i danni conseguenti, nell’ipotesi si trovi verifica e conferma di conferimento di rifiuti in luogo (al posto di, ndr) materiale conforme e idoneo previsto per legge all’ex cava. E solo l’attuale Amministrazione chiede l’escussione della fidejussione collegata con l’attività di escavazione”.

Le richieste ai candidati

“Per questo il Circolo del Partito democratico chiede ai candidati alla carica di sindaco di tutelare il territorio – conclude – con il ripristino della originale destinazione finale ad agricolo e piano campagna. Di informare la popolazione, nel rispetto della riservatezza dovuta, dell’evoluzione dell’azione giudiziaria in corso e nel caso emergessero responsabilità, tutelare gli interessi del Comune di Mornico e richiedere i danni conseguenti”.

TORNA ALLA HOME