Attacchi social contro il sindaco di Crema, Stefania Bonaldi. A seguito della tentata strage per mezzo dell’autobus incendiato dall’autista, Ousseynou Sy, sui social impazzano meme e fake news.

Attacchi social al sindaco

E’ lo stesso primo cittadino a pubblicare sulla sua pagina Facebook un meme che la riterrebbe responsabile della vicenda. Fake news che incitano all’odio e che si diffondono sui social a macchia d’olio, senza che ne siano verificate le fonti. Così il sindaco annuncia che procederà alla denuncia dei diffamatori:

Nelle ultime ore stanno girando meme come questo e una serie di fake news da parte di troll e siti fantasma che parlano della sottoscritta. Fake che vengono riprese da persone che non verificano le fonti e danno luogo a diffamazioni, calunnie ed insulti nei confronti della mia persona, anche particolarmente violenti. Si sta tentando di screditarmi prendendo di mira la mia posizione a difesa dei diritti di tutte le persone, senza distinzione di orientamento sessuale o di etnia, per associarla all’orrenda vicenda del autobus dirottato e alla assunzione dell’autista Italo Senegalese, che come abbiamo ripetuto in ogni intervista ed in ogni comunicato, era un dipendente di Autoguidivie, azienda che gestisce il trasporto pubblico locale nel bacino della provincia di Cremona, sulla base di un appalto provinciale. Segnalerò immediatamente alla Polizia Postale quanto sta succedendo e stiamo facendo screenshot di giornali on line e commenti ingiuriosi, dopodiché con il mio legale di fiducia procederò a sporgere denuncia. Ho già vinto due cause per diffamazione, non ho paura. È un modo schifoso, violento e codardo di agire, tipico di chi non ha il coraggio di esprimere civilmente e a viso aperto le proprie idee. Chiedo agli amici di darmi una mano a smascherare e svergognare questi incivili.

 

Leggi anche:  A Treviglio si litiga sulla memoria di Pino Rauti LE OPINIONI
Il post pubblicato sulla sua pagina Facebook

La solidarietà del Partito democratico

Il PD cremasco si stringe attorno a Stefania Bonaldi, con un comunicato stampa inviato dalla coordinatrice Cinzia Fontana. “Esprimiamo tutto il nostro sostegno e la nostra solidarietà alla sindaca di Crema Stefania Bonaldi – si legge – finita nel mirino dell’odio social con una campagna violenta, disgustosa e vigliacca. Insulti, falsità, calunnie, volgarità: solo a questo infimo livello sanno collocarsi gli ignobili incapaci di sostenere qualsiasi ragionamento di merito e qualsiasi discussione a viso aperto”.

Le offese colpiscono la città

“Tutto il Pd cremasco si stringe attorno a Stefania – continuano i democratici – e non saranno certo queste miserie a coprire le doti di serietà, fermezza, intelligenza, umanità e delicatezza con cui è riuscita a gestire queste giornate complicate e difficili per tutti. Ma quelle offese colpiscono non solo la nostra sindaca. Colpiscono anche una città – la città di Crema – che ha reagito con dignità, compostezza e senso di responsabilità ad una situazione particolarmente critica”.

“Rumore di vigliacchi”

“L’equilibrio, i modi e i toni adeguati sono quelli che hanno fatto la differenza – conclude il comunicato – Ed è questo che conta per seminare un futuro giusto dove l’odio non prevarrà. Tutto il resto è solo rumore di vigliacchi, che non scalfirà minimamente la forza di un sindaco e di una comunità che hanno saputo far emergere sentimenti di vicinanza, sostegno e calore umano”.

TORNA ALLA HOME