Matteo Salvini a Treviglio: bagno di folla poco fa nella nuova Fiera, dove il vicepremier e ministro degli Interni  è ospite della Festa della Lega. Ha parlato anche di SeaWatch e di migranti.

Salvini a Treviglio

Nemmeno gli oltre trenta gradi che continuano a massacrare la Bassa anche dopo il tramonto hanno fermato le centinaia di trevigliesi che sono arrivati poco fa attorno alle 21.15 a TreviglioFiera, il nuovo polo fieristico di via Murena, dove alla Festa della Lega è arrivato il vicepremier.

Camicia e jeans, Salvini è stato presentato dal deputato Lombardia Daniele Belotti. Si gronda di sudore, nella ressa davanti al palco. Presenti i sindaci di Covo, Fontanella, Martinengo, Spirano, Misano e ovviamente Treviglio, con Juri Imeri che ha aperto “la prima Festa de Treì nella nuova fiera, che si apre con il botto”, e ringraziato i circa 90 volontari che lavorano alla festa.

SeaWatch: “Arrestare l’equipaggio”

Sul caso SeaWatch Salvini ha detto che occorre “dare 50mila euro di multa, sequestrare la nave, arrestare l’equipaggio ed espellere i migranti”. “Affondiamola!” urla invece qualcuno tra il pubblico in visibilio, che l’ha accolto come una rockstar.

“Dicono che faccio tutto questo casino per 42 migranti mentre in una settimana ne sono arrivati 300…- continua il vicepremier – Lo so, non è un fenomeno che si possa arrestare così… Arrivano di notte, è difficile fermarli. Ma se dal primo gennaio ne sono arrivati 2500, nel 2016 con Renzi ne arrivarono  16mila in quattro giorni”.

Leggi anche:  Sagra in campagna, un tuffo nella vita contadina con la cucina casereccia

“Reti” (ma non muri) al confine con al Slovenia

Dal primo luglio Salvini ha annunciato che partiranno “pattugliamenti misti” italo-sloveni per fermare i migranti che attraversano il confine nei boschi tra la Slovenia e il Triveneto. “E se non basterà metteremo delle reti” per fermare gli arrivi anche attraverso il confine est. Oggi si era parlato sulla stampa nazionale di un riferimento a “muri”.

Sul governo: “Sono un testone”

Nessun tentennamento sulla prosecuzione del governo con gli alleati del M5S. “In tanti mi chiedono di staccare la spina al governo, ma siccome sono una persona coerente voglio rispettare il Patto di governo” spiega. “Sono un testone… Mi attaccano, ma il risultato è che abbiamo sindaci eletti con l’80 percento” ha detto, rivolto al primo cittadino di Covo Andrea Capelletti.

TORNA ALLA HOME