Bando deserto per l’affidamento del bar del centro sportivo di Arcene. Nessuna offerta è pervenuta al Comune.

Bando deserto per il bar

E’ andata deserta la gara pubblica per l’affidamento della gestione del bar del centro sportivo del parco delle Bandiere. Nessuno, tra privati ed associazioni sportive, ha infatti presentato domanda al Comune per prendere in mano l’attività. Tutto da rifare per trovare un gestore al locale che serve sia l’impianto sportivo che il parco.

Strutture in mano al Comune

Dopo lo scioglimento consensuale del contratto con la società “Obiettivo Sport” che dal 2015 gestiva il centro sportivo, dando in subappalto la gestione del bar alla signora Maria Rosa Ferba, ora le strutture sono tornate tutte in mano al Comune. Rilevato l’interesse pubblico a mantenere attivo il servizio bar per la cittadinanza, l’Amministrazione aveva stabilito che la signora Ferba continuasse la gestione fino alla sua scadenza, ossia il 30 marzo. Il 28 marzo aveva poi indetto la procedura pubblica per individuare un nuovo gestore che non è mai arrivato.

Leggi anche:  Nominata la Giunta targata Ravanelli e la prima capogruppo donna della lista

Lavori in corso

Il sindaco Giuseppe Foresti rassicura che si sta lavorando per cercare altre soluzioni: “ci stiamo ragionando” ha detto. A un mese esatto dalle elezioni ed alla scadenza del  mandato, il centro sportivo continua a turbare il sonno dell’Amministrazione.

TORNA ALLA HOME