Beppe Guerini, candidato per il Pd nel collegio uninominale di Treviglio, non usa mezze parole: “E’ una situazione catastrofica, di gran lunga il peggior risultato della sinistra nella storia della Repubblica. Ora serve una profonda  riflessione”.

Beppe Guerini

Il romanese Beppe Guerini, che nella scorsa legislatura era stato eletto alla Camera, era conscio che il Partito Democratico sarebbe stata una tornata difficile, ma a suo parere è andata addirittura peggio del previsti. “Evidentemente non siamo riusciti a interpretare la voglia di cambiamento – ha commentato – Nonostante gli indicatori economici siano positivi, la campagna elettorale è stata puntata su altri temi che hanno catalizzato l’attenzione degli italiani. E’ un dato che ci costringe a ripartire da capo”.

“Pessimo risultato”

Nonostante il Pd a Romano sia sopra la media del Collegio, per Beppe Guerini il suo risultato personale è stato sotto alle aspettative. “Sapevo fin dall’inizio che era un collegio molto complicato – ha sottolineato – Ma mai avrei immaginato un risultato del genere. E’ lì da vedere: perfino il Movimento 5 Stelle ormai ci tallona. E’ chiaro che il Pd debba fare una seria riflessione sul suo futuro e ripartire”. Infine una frecciata non proprio velata a Matteo Renzi: “Se  prendi il 19%, vuol dire che il Paese ti sta dicendo di andartene”.