Due anni e mezzo alla guida del Comune di Caravaggio ed è tempo di fare qualche bilancio dell’attività svolta finora. Claudio Bolandrini, candidato con una lista civica supportata dal Pd ed eletto nel 2016 ha fatto il punto della situazione riguardo al programma elettorale e agli avvenimenti occorsi in questi due anni e mezzo.

Un voto? Direi un 7…

Il sindaco, durante l’intervista che potete leggere integralmente sul Giornale di Treviglio in edicola, ha valutato positivamente il lavoro fatto finora. Un 7 il voto che ha deciso di darsi riguardo al rispetto del programma su cui “c’è ancora tanta da fare”, come lui stesso ha spiegato, ma un 8 per la capacità di affrontare problemi che non sapeva nemmeno esistessero.

“Abbiamo dovuto fare i conti con problemi che erano conosciuti da anni alle Amministrazioni precedenti, ma di cui non eravamo stati informati – ha detto – come la situazione alle scuole elementari. Lo stesso Palazzo Gallavresi ha bisogno di un intervento importante e non più rimandabile. Sapevamo che aveva qualche problema, ma di certo non ci aspettavamo una situazione così critica. Dovendo scegliere davanti alla scarsità di risorse abbiamo dovuto dare la priorità agli interventi di messa in sicurezza degli edifici pubblici”.

Leggi anche:  Antegnate: la "nuova" Giunta punta sulla sicurezza

E il resto?

Il sindaco assicura che l’Amministrazione ci sta lavorando, ma qualche obiettivo è già stato centrato: il Pums, la riqualificazione della scuola media, San Bernardino…

Leggi di più sul Giornale di Treviglio in edicola.

TORNA ALLA HOME