Il centrosinistra di Spirano si presenta alle elezioni con la lista “Spirano in Movimento” e la candidata sindaco Giovanna Salerno.

Elezioni Spirano, il centrosinistra c’è

La nuova lista “Spirano in Movimento” nasce dalla collaborazione tra il Partito democratico e la lista uscente “Spirano Idea Comune” il cui capogruppo è stato Anselmo Recanati. La candidata sindaco è Giovanna Salerno, classe 1956, nata a Grosseto ma da 43 anni residente in paese e volto già noto della politica locale. Nonna a tempo pieno, è stata consigliere comunale prima e poi assessore ai Servizi Sociali durante l’Amministrazione Nozza. Attiva nel mondo del volontariato, ha fatto parte di “Spazio Amico”.

Unica alternativa alla Lega

La Salerno è determinata, diretta e crede fino in fondo in un colpo di scena. “Noi ci crediamo e ci auguriamo che vada bene – ha detto – per dimostrare che c’è anche una forza contro la Lega e che la può contrastare. Personalmente non mi spaventano le sfide e ci batteremo fino alla fine. In paese esiste una parte di persone che iniziano ad avere qualche perplessità sull’Amministrazione Lega, sta a noi farci conoscere ed ascoltare i loro bisogni”.

Un paese di persone non di grandi opere

Ancora non è stato presentato il programma della lista, ma i temi verteranno sul rinnovamento sociale. “Il nostro sarà un programma propositivo – ha detto – punterà sul commercio, la scuola, l’assistenza e l’accoglienza di tutta la comunità ed il ripristino delle commissioni. E’ tempo di cambiare e non è nelle grandi strutture che si realizza il cambiamento della comunità. Bisogna entrare in dialogo con le persone, ascoltando i loro problemi”.

Leggi anche:  Treviglio piange Elena Deponti, una colonna della politica trevigliese

No agli slogan

Sul tono della campagna elettorale la Salerno ha le idee chiare.”Niente frasi shock e niente show da campagna elettorale – ha detto – sono modalità lontanissime dalle nostre idee. Ma se venissimo attaccati io mi difenderò”.

Tempo di cambiare

Anche il segretario della sezione del Pd, Romeo Dossena, è convinto che serva un cambiamento. “Noi ci proponiamo non per conquistare il Comune – ha detto – ma perché abbiamo notato difficoltà e carenze in paese tra i giovani, gli anziani ed i lavoratori. Siamo mossi da un intento che rompa i soliti schemi che dopo anni diventano un peso. Noi speriamo che ci votino per rinnovare il modo di partecipare alla vita pubblica”. Il gruppo sarà in piazza il 14 aprile, con un gazebo per presentarsi alla cittadinanza.

TORNA ALLA HOME