Foro Boario, il Pd esprime la sua contrarietà al nuovo progetto (già annunciato) che verrà presentato domani sera in Consiglio comunale. Il segretario cittadino Davide Beretta ha diffuso un comunicato di forti critiche nei confronti dell’Amministrazione comunale guidata da Juri Imeri.

Foro Boario

“Il progetto del Foro boario è contro ogni senso logico – ha scritto Beretta –  La scelta dell’Amministrazione Pezzoni-Imeri di vendere Foro Boario, l’ultima grande area pubblica prossima al centro della città, si appresta, tra le proteste dei residenti e qualche intoppo burocratico, a rivelare alla cittadinanza i suoi frutti”.

Distributore e area commerciale

Sulle ceneri dell’ex Foro Boario sorgeranno infatti un distributore di benzina e un centro commerciale. “Una pompa di benzina, dotata di cisterna sotterranea, a ridosso del centro – ha proseguito il segretario del Pd –  e accanto al maggior polo scolastico della città, con tutti i rischi e i pericoli relativi al transito dei grandi mezzi per il rifornimento della pompa. Inoltre, un polo commerciale che inevitabilmente metterà in ulteriore difficoltà i negozi storici del centro e le piccole attività commerciali di vicinato, che coraggiosamente resistono su un mercato sempre più competitivo.

Leggi anche:  Raggiunto accordo fra Comuni sulle spese della media di Trescore

Rischi

Secondo il Pd, un intervento di questo tipo porterà “un aumento del traffico in una delle arterie, viale Piave, più congestionate della città, e conseguente aumento dell’inquinamento. Inoltre, ci sarà un peggioramento della qualità della vita dei residenti del quartiere, degli utenti del polo scolastico, circa 3000 studenti, e delle condizioni di lavoro dei nostri esercizi commerciali storici e di vicinato. Senza contare – ha concluso Beretta – il peggioramento delle condizioni di sicurezza notturna della zona”.