Fumata nera per la tangenziale di Verdello. Non si può certo dire che sia stato risolutivo, e d’altra parte in pochi si aspettavano che lo fosse, l’incontro tra il sindaco di Verdello Fabio Mossali e l’assessore regionale alle Infrastrutture Claudia Maria Terzi per decidere le sorti della tangenziale di Verdello.

Tangenziale di Verdello, questione di cifre

Un’opera dalla genesi a dir poco travagliata che, dopo 10 anni di incontri, trattative e rinvii potrebbe rischiare di non vedere mai la luce. Il nuovo codice degli appalti approvato alla fine del 2018 infatti prevede che per le opere pubbliche realizzate con un contributo regionale si debba necessariamente fare riferimento alle tabelle del preziario regionale, con costi più alti rispetto a quelli finora applicati. Una legge che ha fatto lievitare il costo della tangenziale di Verdello dagli 11 milioni di euro previsti a una cifra che varierà tra i 13,7 e i 15 milioni di euro.

Il Comune non ha più soldi

Il sindaco Fabio Mossali ha messo le mani avanti fin da subito, sostenendo che il Comune, che per la realizzazione dell’opera ha già stanziato 1,2 milioni di euro, non ha più fondi a disposizione. Per contro l’assessore Terzi ha sottolineato che Regione Lombardia ha già messo a disposizione ben 9,8 milioni di euro e che “è necessario che tutti gli enti in campo facciano la loro parte”.

Leggi anche:  Fratelli d'Italia rinnova il centrodestra, apre il circolo "Marzio Tremaglia"

Nell’immagine in alto, la tangenziale di Verdello (in rosso)

Leggi di più sul Giornale di Treviglio in edicola o abbonandoti allo sfogliabile per quattro numeri QUI

TORNA ALLA HOME