La fusione di Unigas (la società delle reti di gas che riunisce 41 Comuni bergamaschi, tra cui Treviglio) con Edigas, società del gruppo veneto Ascopiave preoccupa anche il Pd di Treviglio.

Fusione Unigas-Edigas

Il consigliere comunale Erik Molteni ha quindi presentato un’interpellanza in merito alla fusione Unigas-Edigas, che verrà discussa martedì sera in Consiglio comunale. Il timore è che, vista la vertenza sindacale in corso tra le due società, cambino gli accordi in essere. “Con questa interpellanza – ha spiegato Molteni – ho chiesto al sindaco di relazionare sulla vertenza sindacale dei dipendenti UniGas legata all’operazione Ascopiave, per avere chiarimenti sull’evoluzione della questione”.

“Mancano garanzie”

“Ho inoltre chiesto – ha proseguito il consigliere del Partito Democratico – di avere la garanzia che, nel periodo che va dalla fusione Unigas-Edigas all’espletamento delle gare d’ambito, fosse confermato il canone storico di 430 mila euro, in quanto non ho visto questa garanzia indicata negli accordi di fusione. Ho visto, infatti, che qualche giorno dopo la presentazione della mia interpellanza anche il sindaco di Nembro Claudio Cancelli ha chiesto ad Ascopiave le stesse garanzie. Quindi – ha concluso Molteni – mi sembra di capire che la preoccupazione non sia soltanto mia”.

Leggi anche:  Regione, Lega: "Nuovi treni in arrivo, ma la sinistra viaggia su un binario morto"

TORNA ALLA HOME