La fetta più grossa degli oneri Amazon, 680mila euro, entrano quest’anno nelle casse del Comune di Casirate. Tra gli investimenti previsti anche il primo lotto della pista ciclabile per la frazione Cascine San Pietro.

Oneri Amazon in cassa e il Comune investe

Il primo tratto della pista ciclabile per la frazione Cascine San Pietro. E’ tra gli investimenti in programma nel 2018 da parte dell’Amministrazione di Casirate, guidata del sindaco Mauro Faccà. Nelle casse del Comune, infatti, entrerà una fetta consistente degli oneri di urbanizzazione della lottizzazione industriale sull’area ex Agip. Si tratta di 680mila euro, il 60% della quota oneri (250mila sono già entrati lo scorso anno e un ulteriore 20% entrerà nel 2019) pari complessivamente a 1 milione e 145mila euro, che verranno investiti in opere pubbliche.

Via ai lavori per la ciclovia

Il primo lotto della ciclabile per Cascine San Pietro assorbirà circa 279mila euro della quota oneri derivanti dalla lottizzazione in corso. A questi si sommeranno gli oneri “Gres Calce” e il contributo dei Parco Adda Nord che consentiranno il pagamento dell’esproprio delle aree interessate, sino alla frazione, e la formazione del primo tratto della pista, sino al cavalcavia della Variante alla provinciale Bergamina in via Don Donati. Nel 2020, così è previsto nel “Pop” triennale ci sarà il completamento della ciclabile sino a Cascine.

Gli altri interventi

Con il “tesoretto” di oneri Amazon che entreranno in cassa, l’Amministrazione casiratese per il 2019 ha previsto la riqualificazione dell’ala nuova del cimitero, un piano di asfaltature per sanare le situazioni più degradate dei fondi stradali e la realizzazione di un pozzo irriguo per l’irrigazione del campo da calcio. Inoltre, è stato chiesto uno spazio di spesa al Governo da 560mila euro per intervenire sulla scuola elementare e ottenere il certificato prevenzione incendi. Tra le opere pianificate, nel 2019 c’è la riqualificazione di via Menclozzi con la formazione dei marciapiedi, una volta che, conclusi i lavori per la Variante, il tratto della strada provinciale verrà ceduto al Comune. Nel 2020, infine, la Giunta ha appostato anche una quota di fondi per intervenire sulla Corte Decè in centro.

Leggi anche:  Cade dalla bici sulla Statale, paura per una bambina SIRENE DI NOTTE

Il “Pop” criticato dalla minoranza

Storce il naso il gruppo di minoranza “Il Grande Albero” che ha votato contro al Piano triennale delle opere pubbliche. Pur riconoscendo l’importanza di una ciclovia di collegamento con la frazione, l’opposizione si è detta “delusa” dall’abbandono dei progetti per le ciclabili della roggia Cerchietta e di via Rossini. Ma non solo: “Riteniamo che gli oneri dovessero essere maggiormente distribuiti e che più rapidamente potessero garantire interventi nelle tante zone del nostro paese che ne necessitano – ha dichiarato la capogruppo Stefania Cervi – quali ad esempio quelle interessate dalla nuova viabilità, come la via Bergamina, che dovrà attendere il 2019 e disporrà di uno stanziamento limitato per la sua riqualificazione”.