E’ Daniele Bianchi, cugino del sindaco uscente Raffaele Moriggi, il nuovo sindaco di Pagazzano. Ma la parentela non confonda: Bianchi è politicamente, da anni, la nemesi della maggioranza di “Pagazzanesi insieme in Comune” e la sua vittoria con la lista “Pagazzano va oltre” è una delle notizie politiche più clamorose di questa tornata elettorale. Insieme ai ribaltoni dei vicini di casa, Bariano e Morengo. 

Daniele Bianchi sindaco

La lista di minoranza “Pagazzano va oltre” di Daniele Bianchi era stata l’ultima a presentarsi alla corsa, e la riconferma della storica lista che governa il paese da ormai tre decenni – con Giuseppe Pezzoni prima e Raffaele Moriggi nell’ultimo decennio – sembrava cosa fatta.  La giovane candidata Daniela Catini, che aveva preso le redini dopo l’addio alla politica di Moriggi, non ha sfondato.

Alle urne però i pagazzanesi hanno premiato il geometra Bianchi, lasciando anche in questa tornata alle spalle anche il candidato di “Nuovo progetto Pagazzano” Fulvio Pagani. Lacrime ai seggi, con alcuni storici esponenti della lista di maggioranza increduli di fronte al risultato (non ancora definitivo) che vede Bianchi in vantaggio di circa duecento voti.

Leggi anche:  Consiglio di fuoco, dopo gli attacchi ricevuti l'opposizione chiede una distensione dei toni

Pagani: “E’ ora di cambiare”

“Forse è l’ora di cambiare” ha commentato a caldo Bianchi.  Laconica Catini: “Spiace, abbiamo cercato di far capire alle persone cosa è stato fatto in questi anni e le nostre proposte.. Non ci hanno capito evidentemente. Ora faremo opposizione seriamente”.

TORNA ALLA HOME