Piccolo Comune dal grande patrimonio storico, l’Amministrazione di Cavernago entra nella rete dei “Piccoli Comuni con grande patrimonio culturale” e nella famiglia di “Pianura da Scoprire”.

Piccolo Comune e perla storica

L’obiettivo di queste scelte è quello di promuovere il patrimonio artistico e culturale e l’attrattività turistica. “L’associazione lombarda ‘Piccole comunità con grandi patrimoni’ punta a creare una rete regionale – ha detto la consigliera Morgana Alborghetti – per avere un reciproco scambio, aiuto, collaborazione nello studio e nella conservazione del patrimonio. Ma vogliamo inserirci anche in un’ottica più allargata, quella europea, per creare una cooperazione a livello transnazionale, un gruppo europeo di cooperazione territoriale (Gect) che permetta di intercettare fondi europei per la valorizzazione del patrimonio”.

Guardando all’Europa

Nel marzo scorso il Comune aveva ospitato le associazioni dei “Piccoli Comuni con grande patrimonio culturale” del Baden-Wuttemberg della Germania, della Lombardia e della Sardegna. “Quando le delegazioni del paese tedesco e sardo sono state in visita a Malpaga – ha proseguito il sindaco Giuseppe Togni – ci hanno pregato di entrare nell’associazione perché con la presenza del paese dei due castelli, a livello europeo andremo a pesare in maniera importante”.

Leggi anche:  Cologno "ricicla", un servoscala anche per le scuole elementari

L’adesione a Pianura da scoprire

Sempre nel Consiglio del 30 dicembre è stato approvato l’ingresso nell’associazione “Pianura da scoprire” che ha come scopo la valorizzazione, promozione e sviluppo socio-turistico della Media Pianura Lombarda. Tra le iniziative che ogni anno riscuote grande successo ci sono ad esempio le “Giornate dei castelli, palazzi e borghi medievali” alle quali Cavernago già partecipa.

Incentivare il turismo e le ciclabili

“L’obiettivo è promuovere l’offerta turistica – ha detto la consigliera Alice Carminati – e uno degli obiettivi dell’associazione è favorire lo sviluppo della mobilità dolce legata alla sostenibilità ambientale”. Una delle idee ancora in divenire, sarebbe quella di mettere a disposizione di chi arriva sul territorio delle biciclette, in modo da incentivare la fruizione delle ciclabili.

Nel marzo scorso il Borgo di Malpaga era volato a Cannes. Leggi qui l’articolo

TORNA ALLA HOME