A Spino d’Adda terminano i lavori nel quartiere Europa. In primavera è attesa la finitura dei manti stradali, ma nel frattempo imperversano le polemiche. Martedì 10 dicembre alle 8.30 protesta con la minoranza in via Belgio.

Asfalto provvisorio

In quartiere Europa i lavori sono finiti. Dopo il rifacimento del sistema fognario, che interessava via Francia, via Belgio, via Germania, via Olanda e via Italia, le strade sono state coperte da asfalto provvisorio e quando le temperature torneranno a salire, verosimilmente in primavera, verrà steso quello definitivo.

Il vicesindaco

“Prima hanno asfaltato quelli che hanno fatto le fognature, ora quelli che hanno fatto gas e acqua – ha spiegato il vicesindaco Enzo Galbiati – Questo serve a tamponare fino a questa primavera, in modo che gli scavi si assestino e poi verrà fatto il nuovo tappetino di asfalto su tutte le strade”. Sulle strade sono infatti intervenute ditte diverse. I committenti, Padania Acque e Linea Distribuzioni si sono offerti di riasfaltare proprio perché i lavori si sono protratti oltre il cronoprogramma, coi cantieri spesso “riattivati” dai solleciti dei residenti.

Ritardi e slittamenti

Per quasi un anno gli spinesi del quartiere Europa hanno lamentato disagi e lavori a singhiozzo, coi cantieri operativi a targhe alterne e le strade piene di buche e depressioni. Uno sfortunato mix di concause ha colpito i lavori fin dall’inizio. Appaltati da Padania Acque nell’autunno 2018 per un importo complessivo di 369mila euro, gli interventi si prefiggevano lo sdoppiamento (ora effettuato) della rete per lo smaltimento delle acque bianche e la depurazione delle acque nere. Subito dopo le feste di Natale i residenti si sarebbero aspettati l’apertura del cantiere, ma un disguido ha costretto la società a rimandare di alcune settimane e per le vie Francia, Italia, Belgio, Germania, Olanda e Matteotti è iniziato il calvario.

Leggi anche:  "Patatineria" davanti alla Basilica, il Comune rinuncia al contenzioso

Protesta in strada

Come detto, il tappetino di finitura arriverà in primavera. Nel frattempo però, non si placano le polemiche sullo stato delle strade. Non solo per la scarsa affidabilità dell’asfalto provvisorio, ma per problemi quali la presenza diffusa di cartellonistica stradale abbandonata, rattoppi raffazzonati e spaccature dell’asfalto. Per martedì 10 dicembre è prevista una manifestazione di protesta organizzata dai cittadini del quartiere alla quale prenderà parte la minoranza di «Progetto per Spino». Appuntamento alle 8.30 in via Belgio.

TORNA ALLA HOME