Firmato l’accordo fra Comuni per le spese di gestione della scuola media di Trescore Cremasco. L’incontro si è svolto giovedì sera a Casaletto Vaprio.

Accordo fra Comuni

I sindaci dei Comuni che fanno capo alla scuola di via Verdi verseranno un contributo annuale all’Amministrazione trescorese, per esaudire la richiesta di partecipare alle spese di gestione avanzata ormai mesi fa dal sindaco di Trescore Cremasco Angelo Barbati.

Vertice a Casaletto

L’accordo è stato siglato giovedì sera nel corso di una riunione organizzata a Casaletto Vaprio. All’incontro in Municipio erano presenti la dirigente Albertina Ricciardi e i sindaci di sei Comuni: Pieranica, Quintano, Cremosano, Trescore Cremasco, Vailate e ovviamente Casaletto Vaprio. Assenti i sindaci di Campagnola Cremasca e Torlino Vimercati, che non hanno potuto prendere parte al vertice.

Stilata la convenzione

È stato il comune di Casaletto Vaprio, nelle figura della sindaca Ilaria Dioli a prendere in carico la redazione del verbale dell’assemblea, dopodiché ha dato mandato al suo vice, Andrea Assandri, di stilare la convenzione. Nel verbale si legge che il contributo annuale che i Comuni afferenti al plesso dovranno versare è fissato a un importo di €75 ad alunno. «Ho dato mandato al vicesindaco di predisporre la convenzione – ha detto Dioli – Abbiamo visionato insieme la bozza, che è già stata inviata ai sindaci affinché ne prendessero visione. Ora aspettiamo che ci diano l’okay».

Leggi anche:  Lega: Crippa e Corbetta ospiti nella sede Netweek

Il progetto di Barbati

Si realizza così il progetto di Angelo Barbati per la scuola media: una compartecipazione fra i Comuni che aderiscono al plesso per integrare le somme necessarie a fare manutenzioni e pulizie dell’Istituto scolastico. La notizia del raggiungimento dell’accordo era stata preannunciata da Barbati stesso con una lettera indirizzata all’Ufficio Scolastico Territoriale di Cremona, nel quale il primo cittadino di Trescore Cremasco esprimeva gratitudine a Franco Gallo, dirigente del Provveditorato di Cremona, per il lavoro di mediazione svolto nella trattativa coi Comuni.

TORNA ALLA HOME