Avversari sì, nemici assolutamente no. Ieri pomeriggio sono arrivate le parole di solidarietà di Giovanni Calderara, nei confonti di Rimanti minacciato e costretto a rinunciare alla propria candidatura ad Agnadello.

Rimanti minacciato, le parole di Calderara

Ho appreso stamattina la notizia del ritiro della candidatura di Luca Rimanti, asprirante sindaco di Agnadello, proposto dalla Lega. Se ho ben capito, la rinuncia sarebbe stata causata da minacce ricevute da
ignoti. Non so quale tipo di minaccia abbia subito il mio avversario, ma voglio esprimergli la mia solidarietà personale e quella dei componenti della Lista per Agnadello. Questi episodi esecrabili non dovrebbero interferire con lo svolgimento delle campagne elettorali , tantomeno condizionarne l’esito. Bene ha fatto il candidato della Lega a sporgere denuncia , sperando che le forze dell’ordine possano dare un volto ed un nome a questi scriteriati, totalmente privi di senso civico, che portano discredito sull’intero paese.
Posso capire lo stato d’animo del mio avversario perché sono stato anch’io più volte vittima di minacce, atti
di vandalismo, … addirittura una pietra scagliata contro la mia auto parcheggiata sotto casa. In ognuna di
queste circostanze ho sporto denuncia ma, sinceramente, non ho mai pensato di defilarmi dalla scena
politico-amministrativa, perché ho sempre ritenuto che chi rappresenta, o intende rappresentare, le
istituzioni pubbliche, non deve piegarsi alle minacce o intimidazioni di chicchessia.
Spero quindi che il candidato sindaco della Lega ci ripensi e porti avanti la sua campagna elettorale, ormai
avviata. Il contrasto all’ignoranza, alla prepotenza e soprattutto alla violenza è un obiettivo che vorremmo
condividere con lui e la sua lista, a prescindere da chi vincerà le prossime elezioni.

Leggi anche: candidato sindaco minacciato si ritira dalla corsa elettorale

Leggi anche:  Sala polivalente, la Giunta è "costretta" a finire l'opera dei predecessori

Leggi anche: Lega “fatto gravissimo ma andiamo avanti”

Leggi anche: Lega Nord Crema, ad Agnadello fatti gravissimi

TORNA ALLA HOME