Matteo Salvini  è a Spirano questa sera, giovedì, per la festa della Lega. Il Ministro degli Interni è l’ospite speciale, insieme al governatore lombardo Attilio Fontana e al segretario Paolo Grimoldi, che inaugura la prima Festa nazionale invernale della Lega Lombarda che si sta svolgendo al Palaspirà.

Grasselli candidato sindaco per Spirano

Annuncio a sorpresa, poco fa, dal PalaSpirà dove l’ex sindaco Giovanni Malanchini ha annunciato la candidatura ufficiale di Yuri Grasselli, già reggente, a sindaco di Spirano per le prossimi elezioni.

Subito dopo l’arrivo di Matteo Salvini che ha ricevuto il consueto bagno di folla prima di salire sul palco.

Salvini: “Salviamo l’Europa dal califfato”

Il vicepremier è salito sul palco e ha affrontato le questioni di attualità.

“Con i Cinque stelle siamo diversi per storia, ma da adulti ci seduti al tavolo per fare una lista di progetti da realizzare insieme – ha detto – l’alternativa sarebbe stata un Governo tecnico. Di Maio è una persona seria e senza di lui non potremmo fare nulla di ciò che stiamo facendo”.

Il nome del vicepremier pentastellato ha sollevato qualche malumore tra il pubblico, ma Salvini ha proseguito parlando della questione migranti:

“Lo scorso anno a gennaio erano sbarcati 4300 migranti, questo mese invece solo 155 – ha continuato – I soldi risparmiati verranno usati per 8000 assunzioni di militari e agenti di Polizia nel 2019. Dobbiamo andare avanti, fare una rivoluzione e con le prossime elezioni a maggio salvare l’Europa dal califfato”.

E sullo spettro della recessione aggiunge: “I dati di oggi sono il frutto delle manovre precedenti – ha detto – La nostra manovra finanziaria ancora non è ancora partita e non può dare ancora nessun risultato”.

Leggi anche:  Puzza di pop corn a Treviglio | Imeri ottimista dopo l'incontro con l'azienda

L’entusiasmo nella Bassa

Da stasera, giovedì, per quattro giorni sul palco del Palaspirà si alterneranno parlamentari, assessori, consiglieri regionali e sindaci. Il responsabile nazionale degli Enti locali della Lega Lombarda, Giovanni Malanchini e il senatore Toni Iwobi hanno così dichiarato: “Siamo particolarmente orgogliosi che la prima edizione della festa invernale nazionale della Lega Lombarda si svolga proprio a Spirano e auspichiamo che possa nel tempo diventare un appuntamento fisso nel panorama politico lombardo. L’organizzazione di feste come questa dimostra che la Lega è un movimento vero, che continua a fare politica in mezzo alla gente e per la gente”.

Militanti uniti nei preparativi

“Ospitare nella nuova struttura del Palaspirà la festa nazionale è motivo di orgoglio per noi. Tantissimi militanti guidati da Marco Suardi – spiegano il sindaco reggente di Spirano Yuri Grasselli, il Segretario della sezione della Lega di Spirano Manuel Corti e il Segretario della Circoscrizione 22 Roberto Serra – da settimane sono al lavoro per curare nel minimo dettaglio ogni aspetto di questo importante appuntamento politico, che speriamo possa richiamare centinaia di persone per divertirsi e ascoltare dibattiti politici interessanti come quello in programma nella serata di apertura e dedicato all’autonomia”.

A chiudere il Va pensiero intonato dal tenore Matteo Tiraboschi.

 

TORNA ALLA HOME