(In copertina Santanchè con il coordinatore del circolo Fdi Zingonia Fabio Calenzo e la candidata consigliera a Boltiere Michela Latella)

Non solo Salvini. Qualche giorno prima dell’arrivo a Ciserano del ministro dell’Interno Matteo Salvini, venerdì mattina la senatrice di Fratelli d’Italia Daniela Santanchè a Zingonia ha chiesto l’intervento dell’esercito per un maggiore presidio del territorio.

Santanchè a Zingonia

Dai banchi del Senato alle torri di Zingonia per chiedere un maggiore presidio del territorio. Daniela Santanchè è arrivata sotto le torri di Ciserano venerdì mattina alle 10. Dopo un breve sopralluogo Santanchè ha lanciato l’appello. Per risolvere il problema di Zingonia l’abbattimento non basta: serve il presidio dell’esercito nelle strade.

“Abbiamo perso 15 anni, bisogna agire”

“A Zingonia – ha dichiarato Daniela Santanchè – si è arrivati ad abbattere i palazzi per spazzare via il degrado. Siamo contenti di questo, anche se riteniamo di aver perso almeno 15 anni di tempo. Tempo nel quale si è arrivati a questo. Ora dobbiamo evitare che la delinquenza e il degrado si spostino da qui a un’altra piazza (piazza Affari, Verdellino, ndr) che si trova a poche centinaia di metri di distanza. Per questo chiederemo il presidio militare della zona con l’esercito”. Una proposta già lanciata dal deputato di Forza Italia Gregorio Fontana ma che, per ora, non ha ottenuto riscontro. 

Leggi anche:  Tragedia di Verdellino, forse la piccola Yuqi stava studiando

Leggi di più sul Giornale di Treviglio in edicola

TORNA ALLA HOME