Altro che bio-villaggio, Moriggi sogna l’arrivo di una logistica per riqualificare le ex stalle Arrigoni. Il primo cittadino pagazzanese Raffaele Moriggi è tornato sul tema dell’ex impianto zootecnico Arrigoni, che si trova proprio dietro al municipio di Pagazzano.

Le ex stalle

Si tratta di una grande area collocata all’interno del centro abitato dalle condizioni fatiscenti, grande quasi 100mila metri quadrati. Tempo fa si voleva riqualificare le ex stalle costruendo un bio-villaggio, e cioè un complesso residenziale di circa 220 alloggi per persone over 65. Un’idea interessante che però, a causa delle variazioni economiche e di mercato immobiliare, non è stata mai realizzata.

L’ipotesi di Moriggi

“Dunque, che fare?” si è chiesto Moriggi. Per lui la risposta è cercare di attrarre una logistica. Questa sarebbe l’unica soluzione ad oggi possibile e perseguibile, viste anche le esperienze nei paesi della Bassa come Covo, Cividate, Calcio, Casirate e Cortenuova ormai centri di attrazione per quanto riguarda la logistica (proprio grazie al fattore Brebemi). Secondo il sindaco l’area delle ex stalle Arrigoni dalla grandezza di 100mila metri quadrati potrebbe fare gola a qualche logistica, che sarebbe in questo modo favorita dalla vicinanza con il casello Brebemi di Bariano. “Questo è solo un mio auspicio – ha spiegato Moriggi – ad oggi non sono stato contattato, né ho sentito interessamenti di questo tipo”.

Leggi anche:  Chiusure domenicali dei centri commerciali, a rischio 40mila posti di lavoro

TORNA ALLA HOME