Si è spento questa mattina a Bergamo Titta Rota, storico calciatore e allenatore atalantino. L’intera città è in lutto per la perdita di un pezzo importante della storia neroazzurra.

Addio a Titta Rota

Nato a Bergamo nel 1932 Battista Rota, detto Titta,  avrebbe compiuto 86 anni tra soli 8 giorni. Giocò come difensore nell’Atalanta a cavallo tra gli anni Cinquanta e Sessanta. In serie A ha disputato 287 partite, con la maglia neroazzurra e quelle di Bologna e Spal. Storica la vittoria della Coppa Italia nel 62-63. Ma ancora di più Rota è  ricordato per la sua carriera da allenatore. Grazie a lui nel 69-70 fu evitata la retrocessione in serie C. Tornò poi ad allenare l’Atalanta dal 76 per altri 4 anni. Ma anche dopo rimase sempre indissolubilmente legato alla squadra neroazzurra.

La camera ardente e le esequie

Allestita la camera ardente nella sua abitazione in via Scaletta Bellavista  a Bergamo. I funerali saranno celebrati giovedì a Longuelo, alle 14.30. “Il presidente Antonio Percassi e tutta la famiglia Atalanta – si legge sul sito ufficiale –  con grande commozione sono vicini alla famiglia Rota per la scomparsa del caro Titta e partecipano al loro profondo dolore”.

Leggi anche:  La Blu Basket ha un nuovo centro: benvenuto a Edoardo Tiberti

TORNA ALLA HOME