La grande festa del ciclismo provinciale si è consumata quest’anno al PalaSpirà, davvero una location eccellente per le numerose premiazioni annuali dell’attività ciclistica provinciale 2019. Il Comitato Provinciale di Bergamo della FCI (Federazione Ciclistica Italiana) ha raccolto società e atleti per la tradizionale cerimonia di premiazione di quanti hanno tenuto alto il vessillo del ciclismo bergamasco nella stagione appena andata agli archivi.

Al PalaSpirà la festa del ciclismo provinciale

A fare gli onori di casa il sindaco di Spirano Yuri Grasselli, il presidente provinciale della FCI Claudio Mologni, il vice presidente nazionale FCI Michele Gamba con il consigliere nazionale Gianantonio Crisafulli, il presidente della FCI regionale Cordiano Dagnoni con il vice presidente vicario Fabio Perego, il senatore della repubblica Toni Iwobi. Graditissimo ospite d’onore, come nell’edizione del 2018 a Osio Sotto, il professionista bergamasco Simone Consonni che si è volentieri prestato per foto ricordo e autografi con i piccoli ciclisti presenti. Naturalmente non poteva mancare «in casa», la Spirano Ciclismo con in testa il presidente Bruno Riva.

Leggi anche:  Ciserano capitale italiana della Scherma, oltre 400 atleti in gara

I premiati del 2019

Tantissime le premiazioni che si sono susseguite a ritmo incalzante. Per la Bassa diversi i riconoscimenti assegnati. A cominciare dal premio «Una vita per il ciclismo» assegnato a Gigi Mariani della Ciclistica Trevigliese e ad Agostino Invernizzi di Calvenzano. Federico Giacomo Ogliari della Sc Romanese ha ricevuto il riconoscimento «Giovanissimi dell’Anno». Tra gli atleti della Bassa premiati: Chiaria Teocchi del Team Bianchi Countervail. Filippo Cusumano, Nicolò Piantoni e Davide Cattaneo del Caravaggio Offroad. Riccardo Cadeo, Elia Bonacina, Mattia Cavalleri, Simone Vecchi, Simone Pesenti della Polisportiva Comunale Ghisalbese. Davide Emanuele Zambelli, Andrea e Mattia Riva della Spirano Ciclismo. Martina De Vecchi dell’Usc Caravaggio. Mattia Arnoldi della Sc Romanese. Edoardo SebastienSpada della Ciclistica Trevigliese.

TORNA ALLA HOME