La Edilnol Biella espugna il PalaFacchetti di Treviglio 81-80. Non riesce alla Remer il tiro a sei centesimi dalla sirena che avrebbe ribaltato il risultato. La “preghiera” di Mitja Nikolic si spegne sul ferro.

Biella espugna il PalaFacchetti, ma è una buona Remer

Sono i supporters rossoblu arrivati dal Piemonte a far festa a fine partita. La Edilnol Biella espugna di misura e con il brivido finale il parquet della Remer Treviglio che ha accarezzato a lungo la speranza di infilare la quinta vittoria consecutiva. Nel primo quarto partono forte i padroni di casa ma Biella è pronta e rispondere colpo su colpo. Alla prima sirena Treviglio è avanti di 3. Simile vantaggio al riposo, 41-39. La gara corre sul filo dell’equilibrio tanto che viene risolta solo nel finale. Un paio di chiamate almeno dubbie degli arbitri, consentono a Biella di portarsi avanti di un punto con palla in mano a 1″ e 4 decimi. Pasticcio sulla rimessa, conciliabolo con il tavolo, palla di Treviglio e 6 centesimi di secondo dalla sirena. Riesce lo schema di Treviglio che trova Nikolic ma la tripla forzata dello sloveno non trova il canestro.

Il tabellino della gara

Remer Treviglio-Edilnol Pallacanestro Biella 80-81 (20-17, 21-22, 17-17, 22-25)
Treviglio: Chris Roberts 17 (5/6, 2/7), Andrea Pecchia 14 (6/9, 0/4), Jacopo Borra 11 (3/6, 1/1), Lorenzo Caroti 11 (1/2, 2/3), Mitja Nikolic 9 (2/8, 1/3), Mattia Palumbo 8 (1/3, 2/4), Ursulo D’almeida 5 (1/2, 1/1), Celis Taflaj 5 (2/3, 0/1), Edoardo Tiberti 0, Soma Abati Toure n.e., Matteo Belotti n.e., Andrea Siciliano n.e. All. Vertemati
Tiri liberi: 11/12 – Rimbalzi: 32 (5+27, Pecchia, Borra 7) – Assist: 13 (Roberts 5)
Biella: Lorenzo Saccaggi 18 (4/9, 2/3), Deshawn Sims 17 (7/14, 1/2), K.t. Harrell 17 (3/7, 3/7), Francesco Stefanelli 16 (5/5, 2/3), Giovanni Vildera 8 (4/7, 0/0), Carl Wheatle 5 (1/3, 1/5), Matteo Pollone 0, Obinna Nwokoye 0 (0/1), Federico Massone 0 (0/0, 0/0), Gustavo Savio 0 (0/0, 0/0). All. Carrea
Tiri liberi: 6/11 – Rimbalzi: 27 (6+21, Sims 6) – Assist: 13 (Saccaggi 6).

Leggi anche:  Remer di slancio, ora il derby nel mirino

TORNA ALLA HOME