Federico Manini porta l’oro a Masano. Un Europeo da ricordare per il giovane atleta masanese che, con i compagni, ha portato a casa la medaglia d’oro nella staffetta.

L’esordio d’oro di Manini

L’esordio azzurro di Federico Manini non poteva essere così incredibile. L’allievo allenato da Paolo Brambilla è approdato all’appuntamento europeo grazie agli ottimi risultati di questa primavera (in particolare il suo 10”67 sui 100 metri) e il selezionatore azzurro Stefano Baldini ne ha giustamente tenuto conto nella composizione della squadra azzurra under 18 per l’appuntamento di Gyor, in Ungheria.

Una staffetta da ricordare

E il nostro velocista non ha deluso le attese, prima con l’obiettivo raggiunto di prendersi un posto in semifinale dei 100 piani e poi di conquistarsi la maglia di titolare nel quartetto della staffetta svedese (100-200-300-400) nella delicata frazione dei 100 metri che lo ha visto sfrecciare davanti a tutti gli avversari consegnando per primo il testimone al compagno di squadra Federico Guglielmi per i 200 m, con l’Italia che ha condotto la gara sempre in testa anche le successive frazioni dei 300 con Domenico Rossi e dei 400 con Lorenzo Benati, siglando un tempo finale di 1’53”01.

Leggi anche:  Calcio Promozione, ultima d'andata al cardiopalmo

La bacheca dell’Atletica Estrada

L’oro di Federico si aggiunge alla bacheca Estrada che già splendeva dei bronzi continentali di Martina Gabrielli del 2005 a Kaunas nella marcia juniores e di Laura Gamba a Tampere del 2013 nella staffetta 4×100. Senza contare i tanti quarti posti mondiali di Marta Avogadri (Santiago del Cile, 2000) ed europei di Marta Maffioletti e Laura Gamba (Novisad, 2009), Eleonora Sirtoli (Debrecen, 2007) e tutti i piazzamenti ottenuti in maglia azzurra dagli atleti Estrada in questi anni.

“Bravissimo Federico!”

“A Gyor Federico Manini ha timbrato la presenza numero 108 in azzurro per i colori Estrada, un movimento che testimonia la bontà del lavoro sulle piste di Treviglio e Caravaggio – hanno commentato dall’Estrada – attaccati allo schermo della diretta televisiva siamo stati travolti dai messaggi sui social: grande Italia, bravissimo Federico!”

TORNA ALLA HOME