Missione salvezza compiuta: il Tennis Club Crema giovani resta in Serie B.

La Serie B in cassaforte

Più che un play-out da giocare, i ragazzi del Tennis Club Crema avevano di fronte una missione: uscire vincitori dalla doppia sfida contro il Tc Italia di Forte dei Marmi per confermare un posto in Serie B più che meritato. Malgrado un buonissimo campionato, chiuso con 7 punti e l’imbattibilità casalinga, lo spettro della retrocessione si era comunque palesato, ma è stato definitivamente scacciato la scorsa domenica, nel duello di ritorno dopo il 3-3 di sette giorni prima in Versilia.

Fantastici sul campo

Andrea Zanetti

Sui campi di via Del Fante non c’è stata partita: gli ospiti si sono presentati in Lombardia senza i due pilastri del team Matteo Marrai e Walter Trusendi, in passato trascinatori anche del team di Serie A1, e il gruppo capitanato da Nicola Remedi ha archiviato la pratica salvezza già nei singolari della mattina, chiudendo il duello con un rotondo 4-0. Merito dei successi dello stesso Remedi, passato per 6-1 6-3 su Lorenzo De Muro, di Samuel Vincent Ruggeri (6-2 6-4 a Pietro Perego), di Andrea Zanetti (7-5 6-3 a Mattia Mancini) e di Lorenzo Bresciani, protagonista di una gran bella rimonta contro Giulio Perego. Quest’ultimo tornava sulla terra del Tc Crema a otto giorni di distanza dalla finale nel torneo internazionale under 16, persa contro Saverio Trippetti, ma invece del riscatto ha raccolto un’altra sconfitta, arrendendosi a Bresciani per 3-6 7-5 6-1 nell’incontro che ha dato al confronto la piega decisiva.

Leggi anche:  Doppio podio in Val Brembilla per la Ciclistica Trevigliese

Progetto in continuità

Così i cremaschi si sono guadagnati il diritto di giocare in Serie B anche nel 2019, permettendo al club di dare continuità al progetto che porta in campo una delle formazioni più giovani dell’intero campionato, con l’obiettivo di far crescere i propri talenti e far fare esperienza ai migliori prodotti del vivaio in una competizione nazionale.

“Visto come era andato il nostro campionato – ha detto il capitano-giocatore Nicola Remedi – si tratta di una salvezza meritata. I ragazzi hanno sempre dato il massimo e una retrocessione sarebbe stata ingenerosa. Abbiamo dimostrato di meritare un posto in Serie B, e ci riproveremo il prossimo anno, cercando di dare sempre più attenzioni e possibilità al bel gruppetto di giovani che si è creato. L’augurio è di vederli un giorno protagonisti anche nell’altra nostra formazione, quella di Serie A1”.

TORNA ALLA HOME