Primo match di ritorno del girone Nord, partita chiave ai fini della classifica. L’«Asd Quartotempo Firenze» sfida i nerobianchi sul terreno del San Luigi a causa di un problema logistico, ma il valore aggiunto del pubblico di casa non basta. Il «Crema» spreca l’occasione di strappare anticipatamente il biglietto per la finale.

Primo tempo

I fiorentini approcciano bene sul terreno di Crema e creano subito un paio di occasioni importanti. Siamo ancora al primo minuto quando i nerobianchi regalano un rigore agli avversari per un contrasto giudicato irregolare dall’arbitro. Il portiere non si lascia spiazzare e si ricomincia dallo 0-0.
Scippi di palla e rovesciamenti di fronte continui non bastano a sbloccare il risultato. Iyobo e Cavallotto si guadagnano gli applausi del pubblico per i preziosi scambi sulla trequarti, ma a parte qualche ricamo interessante e un paio di conclusioni sporcate dalla difesa, il primo tempo finisce sul pari.

Secondo tempo

Reti inviolate fino al 18′, quando Nicola Mauro del «QuartoTempo» si sgancia dalla punizione a due dal limite dell’area, facendo partire un missile che attraversa miracolosamente la barriera e si insacca alle spalle di Spinelli. Ma la gioia dura poco, stroncata da un rigore trasformato da Luigi Bottarelli, eroe di giornata cremino.

Leggi anche:  Zingonia Verdellino presentazione in grande stile per la nuova squadra

Verso la finale

Così, il «Crema» non vedenti resta imbattuto a una giornata dal termine del girone. Non brilla ma non delude e pareggiando con il «QuartoTempo», mantiene la testa alla classifica. Visti i cinque punti attuali, ai cremini basta un pareggio col «Liguria Calcio» per passare il turno. Tuttavia, terminare il girone in testa significherebbe sfidare la seconda classificata del girone Sud e in vista delle finali di giugno, si tratta di un vantaggio morale che i nerobianchi cercheranno di non farsi sfuggire. Parola d’ordine: concentrazione.