Volley Offanengo 2011 che cala il tris: dopo aver messo in bacheca il Trofeo Duemme e il torneo internazionale di Carcare, la Chromavis Abo si aggiudica anche il Trofeo Taverna, tradizionale appuntamento precampionato.

Occhi puntati sul fine settimana

Ora, la squadra agli ordini di coach Giorgio Nibbio ha gli occhi puntati sul prossimo fine settimana: le neroverdi, infatti, affronteranno ad Acqui Terme il loro esordio stagionale nel campionato di Serie B1 femminile. In provincia di Alessandria le cremasche se la vedranno contro l’Arredo Frigo Makhymo. Per capire più da vicino lo stato delle offanenghesi abbiamo interpellato l’allenatore Nibbio.

Ora si fa sul serio

«Un risultato sofferto, ma siamo riusciti a portarla a casa. Un buon precampionato, ma ora inizia la vera storia. Le sensazioni sono buone, partiamo da solide basi, ma non siamo ancora al top. Siamo una squadra nuova, come detto altre volte, ma la voglia c’è».
Scherzo del destino: l’anno scorso la prima trasferta fu ad Acqui Terme e portò bene all’Offanengo… «Non credo ai presagi. Io so soltanto che è un campo difficile, come abbiamo visto l’anno scorso. Ci conosciamo da due stagioni e per noi sarà sicuramente una bella battaglia. Le conosciamo a memoria e dovremo essere bravi a limitare i loro terminali d’attacco. Bisognerà riuscire a battere bene, per creare qualche scompiglio, ed essere bravi sul muro in difesa. Sicuramente, però, l’ago della bilancia sarà la tensione: chi saprà gestire al meglio le emozioni sarà favorito».

Leggi anche:  Calcio Serie D, Ciserano prima fulmina Sondrio, poi si arrende al Pontisola

Il coach ha poi concluso. «Le ragazze sanno già tutto: dobbiamo andare in campo per divertirci, far divertire e vincere. Non stravincere, perché questo provoca tensioni e adrenalina non necessarie al buon funzionamento della squadra. Vincere semplicemente: questa la nostra parola d’ordine».

TORNA ALLA HOME